/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 26 settembre 2021, 10:35

Effetto Covid sul mattone: a Torino il mercato offre sempre più trilocali, ma aumentano anche i bilocali

La tendenza sembra mostrare come chi si trovi in possesso di case grandi scelga di non venderle per mantenere uno spazio per lo smart working e altre esigenze messe in luce dai lockdown

cartelli di affittasi e vendesi appesi a un cancello

Anche a Torino cambia il mercato immobiliare dopo l'effetto della pandemia

Lo si è detto da tempo, prestando ascolto agli esperti del settore: con il Covid e la pandemia, i gusti di chi cerca casa si sono spostati verso metrature più ampie (magari per uno spazio da adibire allo smart working), oltre che a terrazzi e magari un po' di giardino. E chi ha case grandi, a questo punto, se le tiene.

Come insegna la legge fondamentale dell'economia, dunque, al variare della domanda anche l'offerta sta mostrando alcuni adeguamenti. Secondo la ricerca dell’ufficio studi di Tecnocasa, a luglio 2021 si nota come nelle grandi città italiane le tipologie di proposta immobiliare più presente è il trilocale, con il 33,7%, a seguire il quattro locali con il 24,4% ed i bilocali con il 23,9%.

 

Chi ha la casa grande, non la vende

Un fenomeno in aumento, rispetto a gennaio 2021, sia per le percentuali di bilocali, trilocali e quattro locali sul mercato, mentre è in calo la percentuale di offerta dei cinque locali, molto probabilmente perché i tagli più grandi sono ora più desiderati e chi possiede una casa di ampia metratura decide di non venderla.

I numeri sotto la Mole

Per quanto riguarda Torino, in particolare, i bilocali rappresentano un terzo esatto dell'offerta, con il 33,3%, mentre i trilocali sono addirittura il 36,9%. Gli alloggi con quattro locali sono il 18,4%, mentre le case con addirittura 5 locali sono l'8,4%. Rappresentano una sparuta minoranza i monolocali, che non arrivano a superare il 3% dell'offerta del momento.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium