/ Cronaca

Cronaca | 11 giugno 2022, 15:10

Ladri senza cuore colpiscono Special Olympics in pieno centro a Torino: rubate medaglie e palle da bowling

Svaligiati i furgoni della A.PO.DI Don Gnocchi di Massa Carrara in corso San Maurizio. Colletta tra le squadre piemontesi per risarcire i danni

Ladri senza cuore fanno visita a Special Olympics: rubate le medaglie della squadra di bowling

Ladri senza cuore fanno visita a Special Olympics: rubate le medaglie della squadra di bowling

Una brutta disavventura ha interessato l'A.PO.DI Associazione Polisportiva Disabili Don Carlo Gnocchi di Marina di Massa durante la trasferta torinese ai Giochi Nazionali Special Olympics di Torino, conclusi giovedì in un clima di grande festa: i 2 furgoni della società, infatti, sono stati letteralmente svaligiati dai ladri in pieno giorno e in pieno centro città.

Un atto vile, amplificato dall'aver danneggiato chi si fa portatore dei valori dell'inclusione delle persone con disabilità intellettive attraverso lo sport: "Avendo concluso le nostre gare già durante il mercoledì - spiega Luca D'Angelo, tecnico della società - nella mattinata di giovedì siamo andati in centro intorno alle 10.30 di mattina: dopo aver parcheggiato in corso San Maurizio, angolo Giardini Reali, ci siamo diretti in piazza Castello per fare il tour sul bus scoperto; tempo di tornare, nemmeno 2 ore dopo, e abbiamo ritrovato i furgoni aperti e svaligiati dal bagagliaio".

Oltre ai danni materiali, sicuramente importanti  per una piccola associazione sportiva, a essere messo a dura prova è anche il morale: "Ci hanno - prosegue - portato via le attrezzature sportive, comprese le palle da bowling e le divise societarie, i trolley con i vestiti degli atleti, dei tecnici e dei genitori, gli effetti personali, i documenti e anche diversi tablet e computer compresi gli zaini dei ragazzi con le medaglie vinte durante i Giochi: loro stanno soffrendo molto e alcuni hanno addirittura pianto".

Il fatto è stato subito denunciato al vicino Commissariato di polizia di via Verdi: "Chi ha commesso questo gesto - conclude D'Angelo - sapeva benissimo di colpire ragazzi con disabilità perché i pulmini hanno il nostro simbolo e c'erano anche le bandiere Special Olympics ben visibili. Passi per i trolley, ma rubare le palle da bowling e le medaglie significa davvero non aver alcun tipo di morale".

Immediata è arrivata la solidarietà di tutto il mondo Special Olympics: "Si tratta - commenta il direttore regionale Charlie Cremonte - di un episodio increscioso che ci mortifica oltre modo perché successo a Torino durante i Giochi. Per risarcire, almeno in parte, il danno economico le società piemontesi faranno una colletta". La Direzione Nazionale, nel frattempo, ha già dato disponibilità nell'inviare nuove medaglie e nuove palle da bowling.

Negli scorsi giorni gli atleti e i loro accompagnatori si erano recati a Superga, a rendere omaggio al Grande Torino, portando una maglietta autografata con tutte le loro firme.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium