/ Sport

Sport | 20 gennaio 2023, 14:11

Plusvalenze, la procura della Figc chiede 9 punti penalizzazione alla Juve e 16 mesi di squalifica per Andrea Agnelli

Mano pesante anche nei confronti del resto della ex dirigenza: 20 mesi e 10 giorni di inibizione per Paratici, 10 mesi per Cherubini, 12 per tutti gli altri consiglieri

L'ex presidente della Juventus Andrea Agnelli e l'ex vicepresidente Pavel Nedved

L'ex presidente della Juventus Andrea Agnelli e l'ex vicepresidente Pavel Nedved

Nove punti di penalizzazione: è quanto rischia la Juventus coinvolta nel "caso plusvalenze". A chiederli è stato il procuratore Giuseppe Chinè alla corte della Figc chiamata proprio questa mattina a valutare la riapertura del processo sportivo dopo che dalle carte dell'inchiesta penale sarebbero emersi nuovi elementi.

Ricordiamo che la Juventus - e con lei altre società coinvolte (Sampdoria, Empoli, Genoa, Parma, Pisa, Pescara, Pro Vercelli e il vecchio Novara) - erano già state assolte sulla vicenda. Il tentativo del procuratore è però quello di far riaprire i fascicoli dell'inchiesta poiché dalle nuove intercettazioni telefoniche (prima non disponibili) sarebbero emersi "gravi indizi di colpevolezza"). Alla corte federale il compito di decidere se queste motivazioni sono valide e quindi dare l'ok alla riapertura del processo oppure no.

Oltre ai 9 punti di penalizzazione alla squadra, il procuratore Chinè ha anche chiesto 16 mesi di inibizione per l'ex presidente Andrea Agnelli, 20 mesi e 10 giorni per l'ex ds Fabio Paratici, 10 mesi per l'attuale ds Federico Cherubini, 12 mesi per tutti gli altri consiglieri.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium