/ Attualità

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 11 gennaio 2017, 15:50

"Cerchiamo di regalare un sorriso, un po' di umanità e un po' di the caldo a chi ha più bisogno e cerca rifugio a Porta Nuova"

PRO.CIVI.CO.S.: "Si è appena concluso un anno intenso"

"Da domenica sera ci alterniamo con volontari di altre associazioni. Cerchiamo di regalare un sorriso, un po' di umanità e un po' di the caldo a chi ha più bisogno e cerca rifugio a Porta Nuova. Continueremo a farlo finché l'emergenza freddo non sarà rientrata."

Beppe Tesio è uno dei fondatori e attuale presidente della PRO.CIVI.CO.S., acronimo che sta per volontari di Protezione Civile della Comunità di Scientology, una onlus nata nel 2002 da un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Torino. Oggi è una realtà nell'associazionismo della protezione civile creata poi anche in altre città come Milano, Verona, Modena e Padova.A chiusura di un anno che definisce "piuttosto intenso" Tesio fa un bilancio del 2016 in vista del nuovo anno, iniziato subito con una attivazione di servizio richiesta dalla Città di Torino. 

"Non è facile fare un conteggio delle ore di volontariato che il nostro gruppo ha dedicato. Basti sapere che veniamo interpellati come parte della Sezione Comunale e del Centro Operativo Misto (COM) sia per servizi di assistenza e presidio in occasione di manifestazioni importanti, sia per il monitoraggio durante le criticità ambientali e ovviamente quando purtroppo si verificano eventi calamitosi. Dal 2009 collaboriamo con la Commissione di Protezione Civile nata in seno al Centro Servizi per il Volontariato Vol.TO, una rete indipendente e multidisciplinare di associazioni che hanno dato vita al 'Campo Scuola' giunto quest'anno alla sua ottava edizione."

Dal supporto agli eventi di raccolta fondi Unicef, ai cinque giorni di servizio durante il Campo Volo passando per i presidi durante il Farò e le celebrazioni di San Giovanni fino all'Amatriciana organizzata dalla Città di Torino per le popolazioni terremotate, queste attività rappresentano una minima parte delle esigenze in tempo di pace alle quali i volontari sono chiamati a collaborare.

"Si potrebbero elencare molti altri servizi: a settembre per Terra Madre-Slow Food e Portici di Carta, ottobre 2016 per Turin Marathon e vari eventi che coinvolgono la cittadinanza - spiega Tesio -  ma forse è più importante sottolineare gli interventi durante l’emergenza alluvione a fine novembre e primi didicembre 2016. Sui ponti torinesi abbiamo contribuito a monitorare i fiumi e torrenti che attraversano la nostra città. Poi nei Comuni di Volvera, Moncalieri e nella frazione di Tetti Piatti (Moncalieri) abbiamo aiutato delle famiglie le cui case erano state danneggiate dall'acqua e dal fango."

Ma il volontariato richiede anche una preparazione e aggiornamento costanti. I volontari PRO.CIVI.CO.S. ad esempio si sono specializzati nella gestione della segreteria di campo come avviene ormai da otto anni quando si svolge il Campo Scuola di Protezione Civile organizzato dal Centro Servizi Vol.To. Alcune squadre hanno partecipato a corsi formativi e momenti di prova pratica sul territorio, con l'approccio ad altre competenze quali nutrizione, montaggio ed uso delle gomme da neve, cartografia, prove pratiche sui fuoristrada, mentre una coppia di volontari ha completato un corso formativo specifico ed è abilitata ad operare nella Sala Radio Regionale della Protezione Civile e nella Segreteria da Campo della Colonna Mobile regionale.

"Benché si tratti di una associazione che coadiuva gli aspetti logistici - spiega Tesio - PRO.CIVI.CO.S. ha tra le sue finalità principali la prevenzione delle calamità e il supporto umano alla popolazione. Quando case, terreni e purtroppo anche persone vengono spazzati via o distrutti, chi vive in quel territorio colpito deve riprendere al più presto la capacità di ricostruire la propria vita e il proprio ambiente. Noi, in quanto Ministri Volontari, possiamo mettere a disposizione di chi lo desidera efficacissime 'Assistenze alle persone'. Essendo basate sulla conoscenza di precise leggi naturali, grazie al loro uso è possibile portare sollievo e accelerare il miglioramento delle condizioni in cui ci si viene a trovare nel corso dell'esistenza in generale e tornano molto utili anche in caso di eventuale emergenza."

Per divulgare il buon senso civico e convivenza quale primaria attività di prevenzione PRO.CIVI.CO.S. organizza dal 2014 la Maratonina della Felicità. "E' una manifestazione sportiva pensata per coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza sui problemi delle periferie cittadine ed ispirata a la Via della Felicità, la guida al buon senso scritta da L. Ron Hubbard la cui diffusione contribuisce a migliorare la cooperazione e il clima sociale". 

"Non è facile coniugare gli impegni e la vita di tutti i giorni con un volontariato così presente e attivo come quello della protezione civile - conclude Beppe Tesio - ma con tanto impegno e dedizione stiamo riuscendo a dare il nostro contributo. I progetti per il 2017 verranno a breve pubblicati sul nostro sito e nella pagina facebook dell'associazione. Intanto nel mese di febbraio una nostra unità andrà a Norcia sotto il coordinamento provinciale. Inutile dire che chiunque desideri unirsi alla nostra o altre associazioni di volontariato di protezione civile sarà il benvenuto perché c'è davvero molto da fare." 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore