/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | mercoledì 16 maggio 2018, 09:12

5 mete turistiche insolite per chi visita il Nord Italia

Vacanze culturali, naturalistiche, miste, al mare o in montagna: nella penisola italiana c’è di tutto

5 mete turistiche insolite per chi visita il Nord Italia

Anche se le vacanze all’estero esercitano un ovvio quanto – per molti – irrinunciabile fascino, non va mai dimenticato che l’Italia offre un ventaglio di attrattive in grado di non far rimpiangere alcuna meta esotica. Vacanze culturali, naturalistiche, miste, al mare o in montagna: nella penisola italiana c’è di tutto. Un panorama storico-artistico incommensurabile (non molto tempo fa alcuni autorevoli studiosi si spinsero a quantificarlo nel 65% del patrimonio globale: stima che sicuramente andrebbe rivista al ribasso, ma non in maniera troppo drastica) si sposa a una varietà di paesaggi naturali e antropologici altrettanto invitante e spesso nascosto.

Da qualche anno, molte compagnie aeree italiane – in primis Alitalia, ovviamente, in quanto compagnia di bandiera e maggiore utilizzatrice degli hub aeroportuali presenti sul territorio del nostro Paese – hanno ricominciato a promuovere il turismo interno, a beneficio di italiani desiderosi in prima istanza di scoprire il territorio a loro più prossimo, prima di gettarsi nel turismo internazionale (spesso più costoso e meno appagante). Pacchetti omaggio, itinerari ad hoc e mete turistiche alternative alle consuete destinazioni iniziano a farsi largo tra i viaggiatori e i turisti più intraprendenti. Persino alcuni libri dedicati agli scorci d’Italia dimenticati, curati da intellettuali e storici dell’arte, hanno contribuito ad allargare l’offerta.

Nelle righe che seguono ci concentreremo sul Nord Italia, con i suoi principali hub aeroportuali (Milano, Torino e Venezia su tutti) che mettono in rete piccoli centri turistici non ancora pienamente valorizzati e tutti da scoprire. Tra questi, ne abbiamo isolati cinque, in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta. Per capire che, anche spostandosi solo di poche centinaia di chilometri, si può vivere una vacanza soddisfacente sia dal punto di vista del relax che sul piano del rapporto qualità-prezzo.

Vernazza e le Cinque Terre

Se siete attratti dalla classica vacanza balneare, in estate potete sfruttare l’accoglienza e la non trascurabile capacità ricettiva di questa località sul mare di poche centinaia di abitanti, situata nel cuore del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Tanti scorci suggestivi – il molo, le caratteristiche vigne terrazzate e i palazzi colorati del centro, affacciati direttamente sul mare – e la possibilità di utilizzare due spiagge libere a pochi passi dal centro fanno di questo piccolo borgo un autentico gioiello costiero tutto da scoprire.

Per raggiungere il borgo, l’hub più vicino è Genova. Dopodiché si può proseguire in auto o in treno. In entrambi i casi, il tragitto supera di poco l’ora di durata.

Monte Isola

Situato nel bresciano, questo comune di poco più di 1.700 abitanti è stato votato come il quinto borgo medievale più bello del 2018, il primo tra quelli dell’Italia Settentrionale. La sua caratteristica più suggestiva è enunciata già dal nome: si tratta infatti del territorio dell’omonima isola nel mezzo del Lago d’Iseo, la più grande isola lacustre dell’Europa Centro-Meridionale e la prima in tutto il continente per altitudine. Il centro abitato si trova perlopiù sulle sponde dell’isola, mentre il cuore della stessa è occupato da un piccolo gruppo montuoso e dalle caratteristiche coltivazioni di ulivi. Sul territorio del comune, ai turisti è consentito spostarsi solo in bicicletta oppure per mezzo dei bus pubblici. Solo i residenti possono utilizzare dei ciclomotori di bassa cilindrata, mentre sono assolutamente bandite le automobili. Il che rende Monte Isola una meta perfetta per una vacanza di carattere storico-naturalistico.

Per raggiungere la località, è conveniente utilizzare come scalo l’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, sebbene Linate non sia così distante. Il rimanente tratto stradale da percorrere può essere agevolmente coperto in poco più di un’ora. Ovviamente, una volta giunti sulle sponde del lago, per sbarcare su Monte Isola sarà necessario utilizzare il servizio di shuttle intralacustre (partenze da Sulzano e Sale Marasino).

Val Fiscalina

Per gli amanti della montagna, segnaliamo questa valle pressoché incontaminata  e tuttora semisconosciuta a livello turistico, situata in provincia di Bolzano, nella parte più alta della Val Pusteria e a breve distanza dalle Tre Cime di Lavaredo. Si tratta di uno scorcio di Dolomiti particolarmente suggestivo, all’interno del quale in inverno si può praticare lo sci di fondo oppure approfittare delle suggestive escursioni in slitta lungo le piste innevate per apprezzare la maestosa bellezza del paesaggio circostante.

Il punto di accesso più prossimo alla valle è il paese di Moso, raggiungibile in poco più di un’ora (ma la durata può variare a seconda della praticabilità delle strade) dall’aeroporto di Bolzano.

Langhe

Forse è giunta l’ora di riscoprire questa regione montano-rurale situata a cavallo delle province di Cuneo e Asti. L’aspetto della vacanza in altura – che pure esiste – passa decisamente in secondo piano rispetto ai magnifici scorci campestri che alcune località (da Alba, considerata una sorta di capitale non ufficiale della regione, in poi) sono in grado di offrire. Ed è proprio questa caratteristica a rendere le Langhe un luogo ideale di villeggiatura sia in inverno che in estate.

L’hub aeroportuale di riferimento è ovviamente quello di Torino. Dal quale, per raggiungere la città di Alba – considerato a ragione il primo centro di smistamento verso le altre località principali della regione – è sufficiente un tragitto di circa un’ora e mezza in automobile, che diventano due ore e mezza se si opta per il trasporto su ferro.

Ferrara

Stretta tra le mete turistiche più gettonate dell’Emilia (Bologna in primis), della Romagna (tutta la riviera, ovviamente) e del vicino Veneto (Verona e Venezia sono a meno di due ore di treno di distanza), la città degli Estensi si accinge a riprendersi il posto di primo piano che le spetta tra gli itinerari turistici del Nord-Est. Affacciata sulla sponda meridionale del fiume Po, Ferrara è uno dei centri di collegamento tra Nord e Centro Italia, e al turista offre sia degli scorci fluviali tra i più belli del nostro Paese, sia un centro storico ricco di interessanti opportunità turistiche. Inoltre, considerati i bassi prezzi praticati da molte strutture ricettive, si tratta di una meta ideale non solo per una vacanza lunga ma anche per un weekend “mordi e fuggi”.

Data la sua sostanziale equidistanza da città come Bologna, Verona e Venezia, Ferrara è di fatto servita da tutti e tre questi hub aeroportuali. Per chi deve spostarsi in treno, è sicuramente più conveniente lo scalo bolognese, in virtù dei collegamenti su ferro più diretti e frequenti. Per chi, invece, vorrà raggiungere Ferrara in auto, le distanze e i tempi di percorrenza su strada sono pressoché analoghi: dall’ora abbondante all’ora e mezza, in linea di massima.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore