/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2019, 18:28

Via Bologna, il nuovo Lidl avvia la “riqualificazione sostenibile”: orti urbani sul tetto del supermercato [VIDEO]

Il nuovo punto vendita verrà inaugurato il 4 aprile: moderno ed ecologico, è tra i più sostenibili di tutta Italia

Via Bologna, il nuovo Lidl avvia la “riqualificazione sostenibile”: orti urbani sul tetto del supermercato [VIDEO]

 

Camminare sul tetto del nuovo Lidl di via Bologna vuol dire ammirare tutta Barriera di Milano, guardando Superga da una parte e la Mole Antonelliana dall’altra in un contesto unico, non convenzionale: quello del primo orto urbano su un tetto di un supermercato Lidl.

Aprirà ufficialmente i battenti domani, giovedì 4 aprile, il nuovo Lidl di via Bologna, all’angolo con via Pacini. Un supermercato ecologico, tra i più sostenibili in tutta Italia. La particolarità sono ovviamente gli orti urbani sul tetto del punto vendita, un luogo dove gli abitanti del quartiere potranno recarsi per coltivare zucchine, pomodori, insalata e tanti altri ortaggi. Il supermercato, disposto su due livelli, è stato inoltre pensato per rispettare gli standard ecologici ed è dotato di un impianto fotovoltaico, di una vasca per la raccolta dell’acqua piovana per alimentare gli orti, di colonnine di ricarica per auto e bici elettriche. Il primo piano è dedicato al supermercato vero e proprio, mentre il pian terreno è stato adibito a parcheggio, con 120 posti d’auto disponibili.

Un progetto, quello targato Lidl, pensato e partecipato: la multinazionale ha infatti collaborato sia con la Circoscrizione 6 che con il Comune e i residenti del territorio, raccogliendo spunti e istanze. Da quest’unione ne è scaturita una perfetta rappresentazione di riqualificazione urbana. “Queste strutture medio/piccole sono i punti di riferimento del quartiere, non danneggiano il commercio di vicinato. Diventano una ricchezza” ha affermato il vicesindaco Montanari, che ha rivolto una stoccata a chi più volte l’ha punzecchiato per l’apertura di tanti centri commerciali a Torino: “Ci sono casi e casi, questo supermercato è frutto di un percorso partecipato e ha una valenza sia ecologica che solidale”. Soddisfatta Carlotta Salerno, presidente della Circoscrizione 6, che con la coordinatrice al verde Valentina Ciappina, ha sempre visto nella nascita di questo Lidl così ecologico e sostenibile una possibilità per il quartiere: “Un bell’esempio di utilizzo sociale degli spazi, l’idea degli orti sui tetti è bella esteticamente ma soprattutto dà la possibilità di vivere uno spazio che altrimenti sarebbe vuoto. Aggregazione e sostegno economico sono il principio degli orti sociali”.  Sarà infatti la Rete Ong a selezionare le persone che avranno accesso all’orto. Persone principalmente del quartiere Barriera di Milano, cuore della riqualificazione targata Lidl, come confermato da Maurizio Cellini, direttore regionale di Lidl: “Siamo orgogliosi di riqualificato una zona abbandonata” ha commentato riferendosi al fabbricato in disuso e coperto d’amianto. Ricordi lontani: oggi in via Bologna svettano gli orti urbani.

 

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium