Elezioni comune di Torino

 / Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

lunedì 20 settembre
lunedì 13 settembre
lunedì 06 settembre
lunedì 30 agosto
lunedì 23 agosto
lunedì 16 agosto
lunedì 09 agosto
lunedì 02 agosto
lunedì 26 luglio
lunedì 19 luglio

Il Punto di Beppe Gandolfo | 12 luglio 2021, 07:00

Basta auto e moto sulle nostre montagne

"Una domanda: cosa danno e cosa restituiscono gli automobilisti e i centauri alla natura, alla montagna? Nulla, se non gas di scarico, inquinamento e polveri sottili".

Basta auto e moto sulle nostre montagne

Esiste un patto non scritto, ma mai tradito nel corso dei millenni. La natura dà, l’uomo cura e - se riesce – restituisce.

Un teorema, purtroppo sovente disatteso, che mi è tornato alla mente quando, passeggiando per le nostre montagne, sentivo il rombo di auto e moto che arrancavano per sterrate e tornanti.

Poi, giunti alla meta, ecco decine e decine di vetture parcheggiate praticamente l’una sull’altra, quasi come alla domenica di fronte allo stadio.

Una domanda: cosa danno e cosa restituiscono gli automobilisti e i centauri alla natura, alla montagna? Nulla, se non gas di scarico, inquinamento e polveri sottili.

E allora dico: stop!

Fermiamo l’invasione di mezzi a motore sulle nostre splendide montagne. Cime, pianori, boschi, ruscelli, sentieri sono sinonimo di silenzio, aria pura, natura.

Perciò l’invito a tutti noi: impariamo a lasciare i mezzi a valle e scegliamo percorsi alla nostra portata, per goderci panorami salubri e mozzafiato.

Ma l’invito è rivolto anche alle amministrazioni comunali e alle comunità montane: cominciamo con il vietare il transito sulle strade di montagna ad ogni mezzo motorizzato. Sarà poi sufficiente istituire aree parcheggio attrezzate e a pagamento e poi garantire il trasporto in quota di escursionisti e turisti, tramite navette e bus elettrici.

La montagna è di tutti, ma non per tutti.

Ci sono un’infinità di possibilità per gite e giornate alpine, c’è l’opportunità di usufruire di mountain-bike e bici elettriche. Non si vuole negare a nessuno l’occasione di salire in quota o fare picnic.

Basta eliminare i mezzi a motore.

Sarebbe già una grande conquista e un gesto di profondo rispetto per quella natura che tanto ci regala e che merita qualche nostro sacrificio.

Beppe Gandolfo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium