/ Sanità

Sanità | 07 dicembre 2023, 15:53

L'Asl To5 pubblica il bando per la progettazione del nuovo ospedale unico a Cambiano: investimento di 300 milioni di euro

La conclusione dei lavori prevista entro il 2030

piantina ospedale cambiano

L'Asl To5 pubblica il bando per la progettazione del nuovo ospedale unico a Cambiano

La direzione generale dell’Asl To5 ha approvato ieri, 6 dicembre, il bando di gara per individuare i professionisti che redigeranno il progetto di fattibilità tecnica economica (PFTE) del futuro ospedale unico che sarà costruito a Cambiano. I progettisti che dovranno redigere il progetto di fattibilità, ovvero il quadro di riferimento per la progettazione esecutiva del nuovo ospedale, verranno individuati attraverso una procedura di gara che avrà una durata di 45 giorni.  

Fine dei lavori prevista entro il 2030

Dopo l’esame delle offerte, ad aprile, verrà affidata la progettazione finanziata grazie a una disponibilità di 16,5 milioni messi a disposizione dalle Regione Piemonte. Per la consegna del  progetto sono previsti nove mesi, consentendo quindi il pieno rispetto dei tempi previsti dall’INAIL, soggetto finanziatore dell’opera. L’inizio dei lavori è previsto per il 2026, con la fine tra il 2029-2030, anche se su questa data gli esponenti del centrosinistra si sono detti molto scettici la scorsa settimana.

Investimento di oltre 300 milioni di euro

Il costo previsto per l’opera è di 302 milioni che saranno garantiti da fondi INAIL, importo aggiornato di intesa con INAIL e Ministero della Salute per tenere conto dell’aumento dei costi dei materiali e dell’energia. Il nuovo ospedale si svilupperà su una superficie di oltre 80 mila metri quadrati, di cui la quasi totalità di proprietà demaniale e avrà 530 posti letto, compresi quelli tecnici.  

Il Direttore Generale dell’Asl TO5, il dott. Angelo Michele Pescarmona, ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Dopo 8 mesi dall’individuazione della sede, riusciamo oggi a compiere un altro importante passo in avanti nella realizzazione del nuovo ospedale. Grazie al sostegno economico e operativo della Regione e all’impegno dei nostri uffici, tutto procede nel rispetto delle tempistiche previste a testimoniare la concretezza del progetto”. 

La soddisfazione di Pescarmona e Cirio

Il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, aggiunge: “La Regione garantisce tutte le risorse per la progettazione del nuovo ospedale dell’Asl To5. Un’opera che il territorio attende da anni e che segna il cambio di passo della macchina dell’edilizia sanitaria che dopo anni di blocco, riparte con progetti e investimenti. L’ospedale di Cambiano si inserisce infatti nel piano per l’edilizia sanitaria che prevede la realizzazione, o l’ampliamento, di 14 ospedali.  Ivrea, Savigliano, Torino nord, Savigliano, Alessandria, i due lotti dell’ospedale di Vercelli, il Parco della Salute di Torino, la Città della Salute di Novara, gli ospedali di Cuneo, Domodossola e Verbania, l’ampliamento dell’ospedale di Borgomanero e la rigenerazione di quelli di Alba e Bra”.

m.d.m.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium