/ Attualità

Attualità | 14 novembre 2019, 11:10

Se ne va uno dei fondatori dell’Asilo Vecchio di Vigone

Ieri è scomparso il maestro di musica Andrea Rapaggi, protagonista della vita culturale del Pinerolese

Se ne va uno dei fondatori dell’Asilo Vecchio di Vigone

«Metteva sempre prima l’associazione del suo nome, perché credeva fortemente nel progetto» le parole del vigonese Andrea Artero ricordano l’importanza che l’associazione culturale Asilo Vecchio aveva per Andrea Rapaggi. Il musicista 56enne è scomparso ieri dopo una lunga malattia.

Una malattia che l’ha costretto a rinunciare a uno degli appuntamenti tradizionali degli ultimi anni: il concerto al martedì della festa patronale di San Nicola con il gruppo vocale (S)tono, che lui dirigeva.

Allievo di un grande della musica pinerolese, Andrea Allione, a cui era molto legato, Rapaggi ha portato avanti la sua passione finché ha potuto. In estate ha reso nota la sua malattia, con un post sul suo profilo Facebook dove ringraziava chi gli era stato vicino e il personale dell’ospedale, qualche giorno dopo raccontava di essere riuscito a fare un’ora della sua amata chitarra.

«Io e altri ragazzi di Vigone eravamo suoi allievi di chitarra, andavamo a lezione ad Airasca – racconta Artero –. Quando si è liberato l’asilo vecchio a Vigone, gli abbiamo proposto di trasferirsi lì». Era il 1992, l’anno dopo è nata ufficialmente l’associazione culturale, che «lui ha sempre portato avanti in modo rigoroso. La serietà che mostrava nella sua vita personale la esprimeva anche in quella professionale».

L’Asilo Vecchio è diventato così una realtà inclusiva e un punto di riferimento per il territorio: «Se c’erano allievi che non avevano mezzi economici per poter pagare le lezioni, gli si veniva incontro purché potessero suonare. Così come sono stati accolti portatori di gravi handicap psichici». Ma un altro tratto distintivo era l’attenzione al territorio e la collaborazione con le associazioni e il Comune di Vigone, ma non solo. L’Asilo Vecchio era sempre pronto a partecipare alle iniziative che si tenevano durante l’anno, tranne all’ultimo San Nicola, quando la malattia del maestro non l’ha permesso.

L’ultimo saluto a Rapaggi si terrà al tempio crematorio di Piscina sabato 16 novembre alle 16.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium