/ Attualità

Attualità | 23 febbraio 2020, 14:04

Palazzetto pieno (nonostante l'allerta coronavirus) e derby vinto, doppio successo per la Reale Mutua

Casale battuta 76-65. Due punti che che valgono la certezza del primo posto, in attesa della fase ad orologio

Palazzetto pieno (nonostante l'allerta coronavirus) e derby vinto, doppio successo per la Reale Mutua

L'allerta coronavirus ha portato al rinvio di Toro-Parma e di molti altri eventi sportivi, ma il basket (forse perché l'avvio del match era programmato per mezzogiorno) non si è fermato. Di fronte ad una splendida cornice di pubblico, con il record stagionale di presenze al PalaRuffini, la Reale Mutua ha ottenuto un doppio successo, nella penultima giornata del Girone Ovest di Serie A2.

La vittoria nel derby su Casale per 76-65 ha permesso alla formazione di coach Cavina di mettere al sicuro il primo posto nella stagione regolare, in attesa della cosiddetta fase ad orologio: i "cugini" ora sono distanti quattro punti, battuti sia all'andata che al ritorno, al termine di una gara che ha visto un crescendo dei gialloblu. Dopo un lungo equilibrio, durato fino a metà del secondo quarto, Torino ha spinto a fondo sull'acceleratore, salendo dal -4 al 43-39 dell'intervallo lungo, grazie ad una difesa che ha concesso pochissimo ai tiratori di Casale.

Nella terza frazione la Reale Mutua ha portato in ampia doppia cifra il suo vantaggio, grazie all'incisività offensiva di Diop e Alibegovic, ma un paio di forzature di troppo nel finale hanno consentito agli ospiti di riportarsi sul -9 (64-55) al momento dell'ultima pausa. Il quarto finale ha visto Torino andare di nuovo in fuga, Casale riportarsi sotto, fino a quasi a ricucire lo strappo. Una lunga serie di errori nel tiro da tre hanno inceppato l'attacco gialloblu, ma nel momento più difficile sono arrivati i canestri di Pinkins a scavare il divario definitivo, insieme ad una difesa che non ha più concesso nulla, soprattutto nel tiro dalla distanza, agli avversari.

E' finita 76-65, tra gli applausi di tutti i presenti nel palazzetto intitolato a Gianni Asti, con festa finale dei giocatori, che hanno saltato abbracciati in cerchio, in mezzo al campo: quella serie A1 che solo cinque mesi fa sembrava un'utopia, per un club ripartito da zero dopo il fallimento dell'Auxilium e il fragoroso crac della gestione Forni, ora può diventare realtà.

Mancano ancora le partite della fase ad orologio, ma il primato di Torino pare inattaccabile: bisognerà passare e vincere qui nei playoff, per tutti coloro che vogliono salire nel paradiso del grande basket.

Reale Mutua - Novipiù Casale 76-65 (23-24, 20-15, 21-16, 12-10)

Reale Mutua Basket Torino: Alibegovic 12, Marks 5, A. Cappelletti 7, Cassar, Campani 8, Ianuale, Pinkins 16, Toscano 6, Reggiani, Traini 1, Diop 18, Bushati 3. All. Cavina

Novipiù Casale: C. Cappelletti ne, Tomasini 5, Valentini 4, Cesana 2, Denegri 6, Battistini, Martinoni 13, Giombini ne, Sims 12, Piazza 2, Roberts 10, Camara 11. All. Ferrari

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium