/ Attualità

Attualità | 12 marzo 2020, 06:40

Moncalieri e Nichelino sospendono i mercati cittadini: tutto chiuso per coronavirus

Il sindaco Montagna ha annunciato un servizio di pasti e farmaci a domicilio per gli anziani

Moncalieri e Nichelino sospendono i mercati cittadini: tutto chiuso per coronavirus

Moncalieri e Nichelino hanno deciso di sospendere tutti i mercati cittadini, per rispettare il recente decreto del Presidente del Consiglio Conte, prima ancora che arrivasse la nuova stretta annunciata dal Premier nella tarda serata di ieri.

La decisione era stata presa già poco dopo le 19.30, al termine della riunione con il Centro Operativo Comunale. Non si sono attese le ulteriori decisioni da parte del Governo a proposito del blocco di tutte le attività economiche, con l'esclusione dei negozi di generi alimentari e delle farmacie. Le due città più importanti della cintura sud di Torino, quindi, hanno scelto di non aspettare, annunciando un ulteriore giro di vite.

"Durante il COC abbiamo fatto il punto su alcune novità e su alcune interpretazioni del decreto del Presidente del Consiglio", scriveva ieri sera il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna sulla sua pagina Facebook. "Tra le novità, c’è l’attivazione di due servizi dedicati in particolare ai nostri anziani.

PASTI A DOMICILIO
Servizio gestito dalla Cooperativa Valdocco. Prenotazioni dalle 9 alle 11 del giorno precedente al numero 0116407643

FARMACI A DOMICILIO
Servizio gestito dalla Croce Rossa, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13. Telefonare al numero 3933592626

Per i pub, possono rimanere aperti dalle 6 alle 18 per somministrare SOLO cibi e bevande sospendendo musica dal vivo, proiezioni su schermi o altro, e comunque con l’obbligo di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Centri estetici, parrucchieri e barbieri possono continuare a svolgere la loro attività, ma solo su prenotazione degli appuntamenti e comunque garantendo la turnazione dei clienti con un rapporto uno a uno, così da evitare il contatto ravvicinato e la presenza nel locale di clienti in attesa. Il personale dovrà indossare idonei dispositivi di protezione individuale (guanti e mascherina).

Per quanto riguarda i mercati all’aperto, il governo sottolinea l’obbligo che questi siano recintati e contestualmente sia previsto il controllo dell’accesso (al fine di rispettare la distanza interpersonale di un metro).

Per questa ragione e in assenza di novità, data l’impossibilità di garantire le condizioni indicate, tutti i mercati rionali di Moncalieri sono SOSPESI fino al 3 aprile, in rispondenza del Decreto.

Scuola: per i giorni di chiusura di nidi comunali, mensa scolastica, pre o post scuola NON SARÀ RICHIESTO NÉ DOVUTO IL PAGAMENTO DELLA QUOTA.

Infine: anche ieri tante false notizie, che ci fanno perdere tempo e alimentano i timori nei cittadini. Rinnovo l’invito a condividere solo informazioni provenienti da fonti ufficiali", ha concluso Montagna.

Domani, 13 marzo, non ci sarà quindi il consueto mercato del venerdì nel centro di Moncalieri. E da oggi saracinesche abbassate dappertutto, a Nichelino come a Torino, fino a cessata emergenza.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium