/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Grazioso dotato di ogni comfort, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, seconda camera con letto a...

Appartamento trilocale mansardato, ristrutturato completamente, due balconi due lucernari grandi, in zona tranquilla...

Esperto cambio stampi su presse a iniezione stampaggio materie plastiche

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 13 settembre 2017, 07:10

Disabili, Torino attende da trent'anni un piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche

"Il 19 settembre", spiega Igor Boni dell'associazione Radicale Adelaide Aglietta, "incontreremo la sindaca Appendino per vedere come è la situazione"

Si parla spesso di garantire l'accesso ovunque ai disabili, ma in 30 anni molti comuni piemontesi non sono ancora riusciti ad adottare un Piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche.

Il PEBA, secondo quanto previsto dalla legge 41 del 1986, doveva essere attivato dalle amministrazioni entro il 27 febbraio 1987. Molte però non l'hanno mai fatto, tra cui la stessa Torino. "Il 19 settembre", spiega Igor Boni dell'associazione Radicale Adelaide Aglietta, "incontreremo Appendino per vedere a che punto è l'approvazione dell'atto".

"Sappiamo che è per lei un tema importante", ha proseguito, "dato che come consigliera di minoranza aveva interrogato molte volte Fassino". Per fare chiarezza sulla reale situazione il consigliere regionale del Pd Andrea Appiano ha presentato una mozione per scoprire lo stato di attuazione del "Piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche", che prevede anche le misure da adottare nei casi di inadempienza.

Proprio la questione delle barriere architettoniche sarà uno dei temi al centro del XIV congresso dell'associazione Luca Coscioni, in programma a Torino dal 30 settembre al 1 ottobre prossimi.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore