/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 22 maggio 2019, 09:59

Tre milioni di euro a UniTo per studiare e promuovere il ruolo dei cittadini nella transizione energetica

Il progetto Comets, finanziato da Ue, durerà 3 anni e coinvolgerà 12 partner provenienti da 8 Paesi europei. Si focalizzerà sulle Iniziative di Azione Collettiva e su come supportarle

Tre milioni di euro a UniTo per studiare e promuovere il ruolo dei cittadini nella transizione energetica

Come fare innovazione sociale partecipando alla transizione energetica. Il progetto COMETS, di cui l'Università di Torino è capofila, colmerà le lacune di conoscenza e partecipazione che caratterizzano il processo di transizione energetica dallo sfruttamento delle risorse fossili alle rinnovabili. Il progetto, che ha ricevuto un finanziamento di 3 milioni di euro attraverso il programma dell'Unione Europea Horizon 2020, durerà 3 anni, fino ad aprile 2022.

COMETS, coordinato da Dario Padovan, sociologo del Dipartimento di Culture, Politica e Società, vede la partecipazione di 12 partner provenienti da 8 Paesi europei: Italia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Polonia, Estonia, Danimarca e Norvegia. Nei primi sei Paesi verranno condotti approfondimenti di indagine.

Nella transizione energetica – intesa come il processo di trasformazione dell’attuale sistema energetico basato sulle risorse fossili verso sistemi energetici che siano al contempo più sostenibili – deve essere riconosciuto e attribuito ai cittadini un ruolo centrale. COMETS è focalizzato sullo studio delle Iniziative di Azione Collettiva (CAIs), come forme di coordinamento tra cittadini per la produzione, distribuzione e acquisto di energia quali, ad esempio, cooperative, communities e gruppi d’acquisto.

Oltre ad approfondire i motivi, le potenzialità, gli obiettivi e le barriere allo sviluppo delle CAIs, verrà quantificato il loro contributo, a livello europeo e nazionale, alla transizione energetica. Le informazioni raccolte durante il progetto aiuteranno a co-progettare e testare strumenti di supporto insieme agli stessi partecipanti alle Azioni Collettive, ma anche alla comunità politica e scientifica. I principali risultati di COMETS permetteranno a tutti questi attori di comprendere, promuovere e agevolare la mobilitazione della società civile, nonché garantire l'accettazione e la partecipazione al processo di transizione.

COMETS si svilupperà lungo un percorso di ricerca che si struttura in tre step successivi: una raccolta di informazioni generale a livello europeo (inventory), un approfondimento di indagine attraverso un questionario (survey); una focalizzazione su casi di interesse attraverso casi studio (Case studies).

Quattro gli obiettivi: rafforzare il ruolo dei cittadini come produttori e consumatori di energia; supportare la diffusione delle CAIs in tutta Europa attraverso un’esplorazione del contesto regolativo, finanziario, politico, culturale e tecnico, che caratterizza i diversi Paesi; fornire ai policy makers conoscenze utili e innovative sul funzionamento delle CAIs nel settore energetico; esplorare il potenziale delle CAIs per una loro ampia diffusione nel mercato energetico.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium