/ Attualità

Attualità | 19 luglio 2019, 16:07

Nuovo chiamata agli investitori per Sportclubby, la piattaforma di riferimento per il mondo dello sport

Obbiettivo dell'operazione è proseguire sul sentiero dell'innovazione, e ampliare il settore vendite e marketing: la campagna è aperta per due mesi Su Mamacrowd e punta a raccogliere fra i 650 mila euro e 1,2 milioni

Nuovo chiamata agli investitori per Sportclubby, la piattaforma di riferimento per il mondo dello sport

Sportclubby, la piattaforma innovativa che rappresenta la prima e più completa piattaforma per lo sport, dedicata a chi fa attività sportiva e alle varie società e strutture, lancia, dopo il successo della prima tornata, un secondo round dedicato a chiunque voglia investire nella startup.

La call per gli investitori è aperta da oggi sul portale specializzato Mamacrowd.

L’obiettivo è raccogliere tra i 650mila euro e il milione e 200mila euro. La campagna durerà per due mesi e parte già da una base di 500mila euro. L’investimento servirà per potenziare la piattaforma e per ampliare la ricca gamma di servizi che sono già offerti, sia per gli utenti che per le società che si sono iscritte.

Sportclubby, fondata da Biagio Bartoli e Stefano De Amici, con una sede operativa a Torino e un’altra a Chiavari (Genova), all’interno dell’incubatore Wylab (il primo in Italia per quanto riguarda lo sport-tech), si propone di accorciare le distanze tra Federazioni, Club, strutture sportive e sportivi stessi, innovando l’accessibilità a qualsiasi struttura sportiva.

Vogliamo - affermano Biagio Bartoli e Stefano De Amici, rispettivamente CEO & Founder e CPO & Founder - promuovere una piattaforma che raggiunga tutti gli sportivi che praticano attività di qualsiasi genere, non solo riducendo le distanze tra federazioni, club e persone, ma anche portando le persone a fare più sport, e più sport differenti”.

Grazie a questo secondo round dedicato agli investitori, utilizzando la famosa piattaforma Mamacrowd, “intendiamo - precisano Bartoli e De Amici - non solo aumentare i numeri, ma anche passare dall’esperienza B2B a quella B2C: gli utenti finali, cioè, potranno cercare strutture, attività ed amici per praticare sempre più sport. Il tutto resterà gratuito per loro. Per le società iscritte, invece, aumenteremo i servizi, attivando alcune opzioni premium, come la messa a disposizione delle nostre statistiche relative a prenotazioni, sport più seguiti, sport più praticati e tutto l’immenso mondo dei big data che ormai è fondamentale nell’ambito dello sport. Quindi, a fine 2021, l’obiettivo è di aprire Sportclubby anche al contesto europeo, dopo aver occupato bene il mercato italiano”.

Con oltre 400 club già affiliati, oltre 1,3 Milioni di prenotazioni negli ultimi mesi e più di 90.000 utenti dell’app, Sportclubby è oggi l’unico esperimento di questo tipo, in Italia, in grado di abbracciare più di 80 discipline sportive, e sempre in via di espansione rispetto a ogni tipo di novità.

Bartoli e De Amici hanno lavorato per anni nel mondo dello sport ad alti livelli, collaborando con Deltatre, una delle aziende leader dello sport-tech. Questo ha permesso loro di ottenere le competenze necessarie per poter sviluppare e portare sul mercato Sportclubby. Il progetto ha già attirato l’interesse di investitori che lo hanno finanziato, tra cui i rappresentanti di alcune delle più importanti sport-tech internazionali. Si tratta di: Oltre Venture (Fondo ad impatto sociale di Milano), i due founder di Deltatre e due investitori privati amici di Bartoli, Riccardo Alice e Lorenzo Giorza.

Ad oggi, non esiste nessuna soluzione simile a Sportclubby, un prodotto che soddisfa le esigenze di tutti gli sportivi e professionisti.

L’obiettivo degli investimenti - sottolineano i due fondatori - è ampliare il personale interno della società, con particolare attenzione alla rete commerciale, e sviluppare innovazione continua di prodotto per confermare Sportclubby sul mercato come soluzione aggiornata e all’avanguardia. Lo scenario di raccolta di 1,2 milioni di euro ci permetterà, inoltre, di potenziare nuovi progetti di machine learning e data science e rendere il prodotto sempre più vicino alle esigenze di tutti i Club nostri clienti. Gli investimenti a supporto del marketing plan incrementeranno la nostra brand awarness, con crescita dei volumi di vendita e della penetrazione di Sportclubby nel mercato italiano”.

Secondo Bartoli e De Amici, “nel caso di raccolta di 650mila euro, la crescita potenziale sarà più contenuta, pur portando la società al Break-even nel 2021. Invece, nello scenario di raccolta da 1,2 milioni di euro, una più elevata penetrazione del mercato - grazie ai superiori investimenti in prodotto e in marketing - ci permetterà di raggiungere un fatturato di oltre 5,5 milioni di euro nel 2024 con un EBITDA di 1,4 milioni di euro (25%)”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium