/ Eventi

Eventi | 31 ottobre 2017, 07:00

A Torino sabato torna il mercato artigianale nel centro

Appuntamento in via Carlo Alberto

A Torino sabato torna il mercato artigianale nel centro

 

Proseguono ancora e con grande interesse da parte dei cittadini torinesi e dei turisti in visita alla Città, gli appuntamenti mensili di "Una Storia tra le Mani”, il mercato artigianale artistico autoprodotto, che si svolge nel cuore di Torino,  nella centralissima via Carlo Alberto, ogni primo sabato del mese.

Il nuovo appuntamento per per Sabato 4 Novembre, mentre il mese di Dicembre, vedrà un calendario di incontri molto più fitto, in previsione del Natale.

Il tema speciale, per questo nuovo appuntamento, di Sabato 4 Novembre, è la MUSICA con l’associazione “La Nave - strumenti Musicali”, il cui mestiere è proprio quello di costruire strumenti musicali, di vario tipo: Fiato – Corda – Percussioni, attraverso l’utilizzo di materiali di riciclo. “Questi strumenti, dai noi prodotti, sono ispirati da luoghi e culture primitive di vario genere, sono oggetti di culto, portatori di simboli. La ricerca del suono nella semplicità di uno strumento e la sua realizzazione è ciò che maggiormente ci interessa”. L’associazione, da diversi anni, inoltre svolge laboratori, corsi e seminari per la costruzione ed esecuzione musicali di strumenti creati con materiali riciclati e di recupero.

 

Il progetto “Il suono del Rifiuto” nasce proprio dall’idea e dalla necessità di educare i bambini e non solo, al rispetto dell'ambiente e dall'amore per la musica, con l'intento di trasmettere un punto di vista diverso su oggetti di uso quotidiano che, esaurita la loro prima utilità, vengono considerati rifiuti; essi possono invece avere una nuova vita, divenendo strumenti musicali. L'esposizione vede inoltre, come sempre, l’esposizione di tutti gli altri artisti - artigiani di “Una storia tra le mani”: la ceramica di ELO e di Marina Gili, il vetro dei LIPERLA', la carta di BOOKCEMETERY, il metallo di AZZZZ, tessuto, pelle, il legno di Bianca&son e Rinaldo Zanotti, tutti materiali che vengono trasformati dalle loro mani, per rinascere come nuove creazioni: abiti, gioielli, borse, complementi d’arredo, o giochi per i bambini, accessori.

 

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium