/ Sanità

Sanità | 04 marzo 2020, 06:00

Coronavirus, il 118: "Un solo famigliare a far la spesa, si evitino i luoghi di assembramento"

Non rinunciare alle cose, ma utilizzare il buonsenso. Il consiglio del responsabile delle emergenze del 118: "Dobbiamo assolutamente ridurre i contagi, per farlo dobbiamo ridurre il rischio di esporci al contagio. E' l'unica misura di prevenzione"

Coronavirus, il 118: "Un solo famigliare a far la spesa, si evitino i luoghi di assembramento"

Evitare di andare al supermercato insieme a tutta la famiglia e perché no, per una volta, rinunciare ad andare in un pub troppo affollato. Mario Raviolo, responsabile dell'Unità di Crisi del 118 in Regione Piemonte invita i cittadini al buonsenso per combattere il Coronavirus.

L'attenzione, infatti, è la prima misura di prevenzione. In un momento particolarmente delicato, con i casi positivi in aumento in Piemonte e una previsione di incremento per i prossimi giorni, dalla Regione e dal 118 arriva un appello alla prudenza per ogni singolo cittadino.

"Dobbiamo assolutamente ridurre i contagi, per farlo dobbiamo ridurre il rischio di esporci al contagio. E' l'unica misura di prevenzione: limitare al minimo indispensabile le uscite, è il motivo per cui presidente e assessore hanno rimandato apertura edifici scolastici. Consigliamo di ridurre al minimo possibili le esposizioni" è il messaggio lanciato dal responsabile dell'Unità di Crisi.

Il messaggio è chiaro: teatri, musei, cinema e luoghi di aggregazione aperti, ma con buonsenso. Evitare l'assembramento, secondo Raviolo, è fondamentale per contenere il virus. Scendendo nel dettaglio, il responsabile delle emergenze del 118, fornisce anche un consiglio pratico: "Se una famiglia deve fare la spesa al supermercato, vada solo la mamma o il papà. Non si vada in 5. Se ogni famiglia mandasse tante persone a fare la spesa si formerebbe un luogo di aggregazione, se va solo una persona si riesce a stare alla distanza i un metro e si abbatte il rischio di contagio". Così, a detta del 118, è possibile non rinunciare alla quotidianità, modificando leggermente i propri comportamenti.

"Bisogna evitare ogni tipo di assembramento, non abbiamo altra arma" ha poi ribadito Raviolo. Il ritorno alla normalità, ai tempi del Coronavirus, deve comunque essere graduale. Questo il consiglio del responsabile delle emergenze del 118.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium