/ Cronaca

Cronaca | 16 novembre 2020, 15:10

Rapito in Nigeria Christian Obodo, ex giocatore del Toro

Ora si attende una richiesta di riscatto. Al 36enne era già successo nel 2012, subito dopo la sua poco fortunata esperienza in granata

Obodo ai tempi della sua militanza in granata. Foto per gentile concessione di toronews.net

Obodo ai tempi della sua militanza in granata. Foto per gentile concessione di toronews.net

Christian Obodo, 36enne centrocampista nigeriano della squadra greca dell'Apollon Smyrnis e che ha giocato per una decade in serie A, tra Perugia, Fiorentina, Udinese e Lecce, ma che vanta una poca fortunata esperienza anche con il Toro (serie B, stagione 2010-2011) è stato rapito in patria, mentre si trovava nei pressi di Warri, centro della regione del Delta.

Secondo le testimonianze raccolte dalle forze dell'ordine, Obodo si trovava in auto con la sua compagna, e quando si è fermato lungo la strada per comprare delle banane, è stato avvicinato da uomini armati che lo hanno costretto a salire su una loro auto. Ora la polizia ritiene che verrà fatta una richiesta di riscatto, visto che in Nigeria ci sono delle gang specializzate in questo tipo di crimini.

La cosa più curiosa è che già una volta Obodo è stato rapito, nel 2012. In quell'occasione venne liberato dopo un giorno e dietro il pagamento di una somma pari a 149mila euro. Obodo arrivò in Italia appena 17enne, nel 2001, per giocare nel Perugia e lasciò dopo 13 anni, nel 2014 ceduto dal Lecce alla Dinamo Minsk.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium