/ Attualità

Attualità | 25 febbraio 2021, 17:25

Verso la società 5.0: istituzioni, mondo accademico, fondazioni e imprese si confrontano su futuro e competitività

Domani, dalle 9 alle 15.30, un convegno organizzato da VisitPiemonte (Società in house di Regione Piemonte e Unioncamere)

intelligenza artificiale - foto di archivio

Verso la società 5.0: domani convegno organizzato da VisitPiemonte

“Fornire i beni e i servizi necessari alle persone che ne hanno bisogno al momento opportuno e nella giusta quantità, creare una società in grado di rispondere con precisione alle più svariate esigenze sociali”, sono i principi che ispirano idealmente la futura Società 5.0, dove l'Intelligenza Artificiale è vista come una potente leva di sviluppo.

Organizzato da VisitPiemonte (Società in house di Regione Piemonte e Unioncamere) si terrà domani, venerdì 26 febbraio 2021, su piattaforma digitale il convegno “Intelligenza Artificiale, Blockchain, Big Data: quali prospettive per la valorizzazione del territorio?” a cui interverranno gli Assessori regionali alla Cultura, Turismo e Commercio, Vittoria Poggio; all’Innovazione, Matteo Marnati; all’Agricoltura, Marco Protopapa.

Parteciperà inoltre l’Assessore all'Innovazione della Città di Torino, Marco Pironti. Tra i relatori, figure di spicco del mondo istituzionale, accademico, delle fondazioni bancarie, imprenditori e startupper. Moderatore, il giornalista Luca De Biase, Chief Editor di Nòva-Il Sole 24 Ore.

L’obiettivo dell’evento è duplice: da un lato, favorire una consapevolezza più ampia su rischi e opportunità dell’Intelligenza Artificiale, riflettendo su quale ruolo quest’ultima possa giocare nella valorizzazione del territorio e delle comunità locali; dall'altro, individuare quali contributi concreti le nuove tecnologie possono apportare allo sviluppo del Piemonte.

Il punto di partenza del Convegno è connesso alle nuove prospettive che si aprono, non solo per la nostra regione ma per tutta Italia, grazie alla scelta di Torino quale sede del nuovo I3A-Istituto per l'Intelligenza artificiale. Su questa premessa, l'Amministratore Unico di VisitPiemonte, Mariagrazia Pellerino e il Direttore Generale, Luisa Piazza, hanno ritenuto importante organizzare un momento di confronto allargato sul tema, coinvolgendo i Soci - la Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte - e i maggiori attori, piemontesi e non solo, attualmente impegnati su queste tematiche.

"Recentemente il dibattito sui pro e contro dell'IA si sta allargando dal mondo accademico e della ricerca verso il contesto più ampio delle imprese e del largo pubblico, anche se il tema risulta ancora un po’ criptico – spiega l'Amministratore Unico di VisitPiemonte Mariagrazia Pellerino - Algoritmi sempre più potenti dotati di capacità predittive, self learning machines, la sfida del salto di qualità dall'intelligenza alla coscienza, le implicazioni etiche nella programmazione delle macchine. Senza tralasciare l'impatto della prossima e profonda rivoluzione nel mondo del lavoro, con il conseguente effetto dirompente sugli attuali modelli economico-sociali”.

Salute, scienza, sicurezza, spazio, istruzione, sistemi finanziari sono alcuni degli ambiti dove già trova ampia applicazione l’Intelligenza Artificiale. L’IA, insieme con blockchain, big data e altre tecnologie, rappresenta un'opportunità importante anche per altri settori: il turismo, l'arte e la cultura, l'enogastronomia, i trasporti, l'urbanistica e la fruizione sostenibile dell’ambiente.

“Mai come in questo periodo siamo chiamati ad uno sforzo di creatività ed immaginazione, senza i quali sarà difficile contribuire efficacemente alla ripartenza post emergenza – sottolinea il Direttore Generale di VisitPiemonte Luisa Piazza –. Ciò comporta un investimento continuativo in innovazione per poter cogliere nuovi trend e proporre nuove modalità di fruizione del territorio, nella duplice prospettiva di chi viene a visitare un luogo e di chi quegli stessi luoghi li abita normalmente. L'Intelligenza Artificiale - nuova frontiera di sperimentazione per chi, come noi, si occupa di marketing territoriale - rappresenta quindi un ulteriore strumento, oltre a Big Data, Blockchain, Sentiment Analysis, per definire strategie efficaci di sviluppo. La vera sfida del Convegno è che, a chiusura di questo primo momento di confronto istituzionale allargato, si riesca a coinvolgere i vari attori territoriali – pubblici, privati, non-profit – su obiettivi condivisi per avviare progettualità concrete più efficaci e innovative, grazie all'utilizzo delle nuove tecnologie”.

“Oggi più che mai, proprio alla luce della pandemia che ha profondamente modificato i nostri abituali comportamenti, sono fortemente convinto della necessità di promuovere i temi delle infrastrutture digitali, dei big data e dell’intelligenza artificiale - commenta l'Assessore regionale all'Innovazione e Servizi digitali, Matteo Marnati -. Il Piemonte è un territorio d'avanguardia per poter investire sulla transizione verso una società più green e sostenibile, e digitale. Non posso che compiacermi che la sede del nuovo Istituto per l'intelligenza artificiale, se confermata, sia a Torino – conclude - Ma molto è ancora da fare. Dobbiamo rendere il nostro territorio sempre più attrattivo e pronto per la sfida, anche per accogliere la sede del nuovo Istituto. Dobbiamo sfruttarne le potenzialità, mettere in rete le nostre competenze ed eccellenze”.

“Il fascino e la novità delle applicazioni dell'Intelligenza Artificiale si esprimono non solo nell’ottimizzazione di operazioni ripetitive, quindi, automatizzabili, ma si estendono ad attività dove è necessario comprendere il bisogno dell'ospite e del cliente per sorprenderlo e fidelizzarlo – rimarca l’Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, Vittoria Poggio -. Già oggi, in moltissimi ambiti, l'Intelligenza Artificiale svolge compiti che ci richiederebbero molto tempo, costringendoci però contestualmente a riflettere su come anticipare nuovi scenari per rendere il Piemonte sempre più competitivo in vari settori: dalla cultura al turismo, fino alla mobilità intelligente”.

“L’impiego dell’intelligenza artificiale e della tecnologia avanzata nel settore agricolo consente alle aziende di ottimizzare le tecniche di coltivazione e di produrre in modo più sostenibile. Soluzioni digitali basate sulla grande disponibilità di dati organizzati per il monitoraggio del suolo, per il controllo dei parassiti e dell'uso di fitofarmaci permettono di attivare l'agricoltura di precisione, determinante per coltivare a basso impatto ambientale. Soluzioni digitali che possono essere applicate all'intera filiera agroalimentare, ad esempio per definire la tracciabilità e quindi la qualità del cibo - dichiara l'Assessore all'Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte, Marco Protopapa - Siamo di fronte ad una nuova sfida perché, se da un lato l'Intelligenza Artificiale offre il suo contributo al comparto, resta da colmare un divario digitale, dovuto ai costi elevati delle tecnologie e alla necessità della diffusione capillare della banda larga sul territorio. Criticità alle quali la Regione Piemonte intende dare risposte concrete attraverso la nuova programmazione del Programma di sviluppo rurale”.

“L'intelligenza artificiale ha un'importanza fondamentale per la valorizzazione del nostro territorio in quanto è una tecnologia emergente che permette di rigenerare i valori industriali e imprenditoriali di cui Torino si è forgiata e di creare nuove curve di opportunità e di crescita per il futuro delle imprese e dei cittadini – afferma Marco Pironti, Assessore all'Innovazione della Città di Torino -. La nostra città si distingue in questo senso per la capacità di combinare ricerca di base d'avanguardia con settori industriali di eccellenza come mobilità, finanza, sanità e ICT che, grazie alla introduzione di intelligenza artificiale, blockchain e big data, possono costruire nuovi vantaggi competitivi e altrettante ricadute di valore per il territorio e i suoi attori”.

Ricco e composito il tavolo virtuale dei relatori al convegno che, suddivisi in tre sessioni, svilupperanno le tematiche dell’Intelligenza Artificiale legata a turismo, politiche nazionali e internazionali, innovazione sociale, ripresa post Covid, Big Data, politiche urbane e territoriali, musei, agrifood.

A conclusione dell'evento verrà lanciata una call for ideas rivolta a tutti i soggetti interessati per stimolare l'individuazione di un progetto che applichi le nuove tecnologie sul territorio piemontese attraverso un partenariato misto pubblico-privato-non-profit.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium