Elezioni comune di Torino

 / Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 22 luglio 2021, 09:55

A Nichelino stasera si ride con le Nina’s Drag Queens, a Stupinigi le suadenti note di Levante

All'Open Factory va in scena la comicità grottesca e l'ironia dissacrante, al Sonic Park si esibisce una delle cantanti emergenti della musica italiana

Nina’s Drag Queens e Levante

Nina’s Drag Queens e Levante protagoniste stasera a Nichelino

Stasera Nichelino saprà accontentare tutti, chi cerca una serata all'insegna della comicità e dell'allegria oppure chi preferisce la buona musica, con la Palazzina di Stupinigi a fare da incantevole sfondo alle sonorità.

Nina’s Drag Queens al Factory

All'Open Factory, dalle 21.30 di oggi, giovedì 22 luglio, appuntamento sotto il segno del divertimento spensierato con la compagnia Nina’s Drag Queens: un gruppo di attori e danzatori che hanno scelto di coniugare teatro e arti performative intorno alla figura eclettica e irriverente della Drag Queen, personaggio multiforme, vera e propria maschera post-moderna.

Partendo dal genere della rivista e dell’happening performativo, il gruppo ha spostato la propria ricerca verso la rivisitazione di grandi classici. “Dragpenny Opera” si ispira nei temi e nella struttura a The Beggar’s Opera che John Gray scrisse nel 1728 come reazione parodistica al teatro lirico dell’epoca. Le Nina’s Drag Queens portano all’Open Factory uno spettacolo che guarda alle contraddizioni del presente attraverso la lente di una storia cruda e violenta, ingaggiando il pubblico in un gioco pericoloso e seducente. È un cabaret agrodolce che si tinge di nero, tra comicità grottesca e ironia dissacrante.

Levate allo Stupinigi Sonic Park

Claudia Lagona, in arte Levante, è considerata l'unica artista italiana in grado di condensare in sé la cantautrice impegnata e l'icona pop, tracciando una strada mai battuta. “Dall’alba al tramonto live” è il tour con cui farà tappa stasera dalle ore 21 alla Palazzina di Stupinigi per il Sonic Park: segue la pubblicazione dell'omonimo brano di Levante, una ballata ipnotica che ruota intorno a quelli che comunemente vengono ritenuti poli opposti, come appunto l'alba e il tramonto, il giorno e la notte, l'inizio e la fine e tutti quegli estremi che in realtà implicano per loro natura una condizione di reciprocità e dipendenza. 

Come il giorno e la notte, anche molte relazioni umane si fondano su una polarità che si rivela solo apparente – spiega Levante - Il tema è il timore della fine e la confidenza con l'inizio, per ritrovarsi nella tenera sentenza che quei due opposti sono due volti dello stesso momento”.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium