Attualità | 28 settembre 2021, 13:27

Non solo nocciolini: il sindaco della città polacca Przemyśl in visita a Chivasso

Durante la visita è stato ricordato il sacrificio dei soldati polacchi

Non solo nocciolini: il sindaco della città polacca Przemyśl in visita a Chivasso

Un momento della cerimonia

Ad oltre un secolo di distanza, Chivasso non dimentica l’antico legame con la Polonia. Lo scorso fine settimana in visita istituzionale nella città piemontese è arrivato il sindaco di Przemyśl Wojciech Bakun. Si è registrata anche la presenza del Console Onorario Ulrico Leiss.

A dare loro il benvenuto a Palazzo Santa Chiara sono stati il sindaco Claudio Castello, la Giunta ed il Consiglio Comunale. 

Alla lapide che ricorda l’estremo sacrificio dei soldati polacchi tra il 1918 ed il 1919 è stato deposto un mazzo di fiori. Gli stessi onori sono stati tributati nella tenuta Mandria e in cimitero. La delegazione polacca ha potuto visitare poi Chivasso in piena festa dei nocciolini. 

Il giorno successivo, l’amministrazione comunale è stata invitata a presenziare, nell'Istituto Salesiano Valsalice di Torino, la cerimonia d’inaugurazione della lapide dedicata al salesiano August Czartoryski, il religioso, proclamato beato nel 2004 da papa Giovanni Paolo II, che alla fine del XIX secolo prestò la sua missione tra i poveri del Piemonte e della Liguria.

L'evento, al quale hanno preso parte gli assessori Chiara Casalino e Claudio Moretti, è stato organizzato in collaborazione con il Consolato Generale di Polonia a Milano, il Consolato Onorario di Polonia in Torino, la Comunità Polacca di Torino-Ognisko Polskie w Turynie, i Salesiani e il gruppo industriale Cellino.

redazione

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium