/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2021, 17:41

Aurora avrà un nuovo centro dedicato all'incontro tra giovani e comunità, in via Chivasso 10 nasce Yalla

Il progetto, realizzato dall'Associazione Islamica della Alpi e da GenerAzione Ponte nell'ambito di Tonite, prevede l'apertura di spazi dedicati allo studio, al lavoro, alle attività culturali e ricreative

Aurora avrà un nuovo centro dedicato all'incontro tra giovani e comunità, in via Chivasso 10 nasce Yalla

“Yalla” in lingua araba significa andiamo ed è usato, nella maggior parte dei casi, in modo colloquiale con lo stesso significato di “come on” e “let's go”: basterebbe questa breve spiegazione per rendere bene l'idea dell'anima di Yalla Aurora, il nuovo centro polivalente ideato e realizzato dall'Associazione Islamica della Alpi e da GenerAzione Ponte nell'ambito del bando Tonite. Il progetto si sta concretizzando in via Chivasso 10, sede della Moschea Taiba; sabato 20 novembre, nel frattempo, si è svolto il primo incontro di co-progettazione.

Un punto di incontro tra giovani e comunità

Yalla Aurora si rivolgerà in particolar modo ai giovani ma non solo: “Essendo qui - spiega il presidente dell'Associazione Islamica delle Alpi Brahim Baya – da più di 20 anni siamo davvero soddisfatti di riuscire a portare avanti un tipo di progettazione su cui puntavamo e che ci permetterà di lavorare con i ragazzi del quartiere: il centro si rivolgerà a giovani di provenienze e culture diverse e a tutta la comunità mettendo a disposizione spazi come un'aula studio, una sala per la lettura e la socializzazione, un ufficio per il co-working ma anche aree per lo svago e l'intrattenimento. Yalla, in ogni caso, non finirà con Tonite ma punterà ad andare avanti nel tempo ospitando diverse progettazioni e realtà di Aurora”.

Il sogno: Iftar Street in lungo Dora Napoli

Oltre alle attività standard, la proposta prevede anche progetti speciali con un obiettivo più grande legato alle celebrazioni per il mese sacro del Ramadan: “Grazie a GenerAzione Ponte - prosegue Baya – verranno promossi percorsi di animazione culturale e workshop sui mestieri del futuro. Per quanto riguarda l'esterno, invece, ci prenderemo cura di un giardino da definire tra Madre Teresa di Calcutta e Alimonda e puliremo periodicamente lungo Dora Napoli. Il nostro sogno, infine, sarebbe quello di spostare l'Iftar Street (la tradizionale cena in strada di fine Ramadan) da via Chivasso proprio a lungo Dora Napoli per organizzare una festa ancora più grande e partecipata”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium