/ Cronaca

Cronaca | 23 marzo 2023, 08:52

Lutto per il mondo della cultura torinese: è morto Rolando Picchioni, aveva 86 anni

Per lui una lunga carriera politica, ma soprattutto un grande contributo al Salone del Libro fin dagli anni Duemila. Il cordoglio del sindaco Lo Russo e del governatore Cirio

Rolando Picchioni

Rolando Picchioni aveva 86 anni

Lutto per il mondo della cultura torinese. A poche settimane dall'avvio dell'edizione 2023 del Salone del Libro, infatti, è morto Rolando Picchioni, che di Librolandia è stato il presidente per molti anni.

Picchioni aveva 86 anni (era nato a Como) ed è morto nella notte. Aveva ottenuto la laurea in Lingue e letterature straniere all'Università di Torino, ma nella sua vita - accanto alla cultiura - c'era stata anche la carriera politica. Assessore provinciale, in Parlamento come deputato (candidato per la Democrazia Cristiana), ma anche sottosegretario e consigliere regionale. Solo per citare alcune cariche ricoperte nell'arco di una carriera che l'ha visto anche presidente del Teatro Stabile.

Gli anni Duemila, invece, per Picchioni hanno rappresentato la grande epopea del libro e del Salone che puntualmente ogni primavera richiama decine di migliaia di visitatori in città. Per lui, però, non sono mancate anche le vicissitudini giudiziarie, legate proprio all'evento del libro. Lo scorso anno, l'assoluzione.

Il Salone del Libro: "Lascia un enorme vuoto"

"La scomparsa di Rolando Picchioni lascia un enorme vuoto e una profonda tristezza all’interno di tutto il gruppo di lavoro del Salone Internazionale del Libro di Torino, che esprime le più sincere condoglianze alla famiglia e agli amici e si unisce al cordoglio di tutti coloro che l'hanno conosciuto e apprezzato", scrive in una nota il Salone del Libro. "Con commozione e riconoscenza ci stringiamo alla sua memoria, che ci sarà di stimolo per continuare il nostro lavoro. Picchioni ha condotto, come presidente, il Salone per diciotto anni, portandolo a raggiungere risultati sorprendenti. Per tutti i collaboratori è stato un privilegio condividere con lui momenti di lavoro e di entusiasmo che hanno contribuito a creare la manifestazione editoriale più importante d’Italia".

Lo Russo: "Persona di grande cultura"

Cordoglio anche da parte delle istituzioni: "Ho appreso con dispiacere della scomparsa di Rolando Picchioni, protagonista della politica e della cultura torinese e nazionale, tra cui al Teatro Stabile e a lungo al Salone del Libro. Era persona di grande cultura. Le più sentite condoglianze alla famiglia", ha dichiarato il sindaco, Stefano Lo Russo.

E Alberto Cirio, governatore del Piemonte, ha aggiunto: "Ho appreso con dispiacere della scomparsa di Rolando Picchioni, uomo a lungo impegnato nell’attività politica e culturale del Piemonte e di Torino. Alla famiglia le più sentite condoglianze”.

"Ci stringiamo attorno alla famiglia e agli amici che hanno apprezzato Picchioni, un politico ma anche un manager di altri tempi, un pilastro della comunità culturale piemontese a cui dobbiamo dire grazie per la passione con la quale ha affrontato ogni sfida, su tutte quella del Salone del Libro che ha portato al successo e di cui oggi raccogliamo i frutti", ha invece commentato l’assessore alla cultura della Regione Vittoria Poggio.

Ha poi aggiunto il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia: "Picchioni era un uomo di elevata cultura e politico stimato del nostro territorio. Esprimiamo tutta la nostra più sentita vicinanza alla famiglia e lo ricorderemo, nelle prossime settimane, con un momento ufficiale in Aula".

Chiara Appendino, ex sindaca e oggi deputata, ha aggiunto: "Con Rolando Picchioni se ne va una figura di riferimento della cultura torinese e non solo, che ha dedicato soprattutto al nostro Salone del Libro intensi anni di lavoro".

Rosario e funerali

La famiglia ha fatto sapere sarà possibile porgere il saluto a Rolando Picchioni alla camera ardente allestita alla casa funeraria Giubileo, in corso Bramante 58, a Torino, con orario 9-21. Il rosario sarà domani, venerdì 24 marzo alle ore 18, le esequie sabato 25 alle 10.45, nella parrocchia San Massimo Vescovo, in via Mazzini 29. La salma proseguirà per il cimitero di Borgo Ticino (Novara), dove riposerà nella tomba di famiglia.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium