/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Azienda cintura Sud Torino seleziona operaio elettromeccanico pratico taglio, piegatura lamiera e costruzione armadi...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare di Rimini, frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 15 novembre 2016, 18:18

Torino torna capitale del design nel 2017

Dal 10 al 18 ottobre 2017, Torino ospiterà un grande evento internazionale con un fitto programma di mostre, incontri, conferenze e workshop su varie tematiche

"Stiamo lavorando a Torino World Design Capital 2017". A dirlo è il vicesindaco Guido Montanari, al termine del tavolo che si è svolto questo pomeriggio a Palazzo Civico.

Presenti i principali attori economici e culturali di Torino, dall'UNESCO, allo IED e IAAD, il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico e l'associazione dei commercianti.

L'Amministrazione Appendino realizzerà dal 10 al 18 ottobre 2017 un grande evento internazionale che metterà Torino al centro dell'interesse mondiale nell'ambito del design.

In quei giorni sarà organizzato un fitto programma di mostre, incontri, conferenze, workshop su varie tematiche: nuove modalità di movimento sostenibile, come la città può utilizzare il design per rilanciare la filiera produttiva, come programmare la rigenerazione urbana, come ridisegnare i servizi e la cultura, come valorizzare i nuovi modelli di artigianato e imprenditorialità.

L'iniziativa culminerà con la General Assembly della WDO, World Design Organisation, la più importante associazione internazionale dei designer professionali. L'iniziativa si terrà in varie location cittadine.  

"Stiamo lavorando poi", ha proseguito Montanari, "alla creazione di un tavolo consultivo sul design, che dovrà essere un luogo di confronto e scambio sul tema. Ne faranno parte più di 30 fra enti pubblici e privati, scuole, associazioni e organismi di categoria della filiera".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore