/ Eventi

Eventi | 29 novembre 2019, 09:30

A Camera il convegno "Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids"

Appuntamento mercoledì 4 dicembre

A Camera il convegno "Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids"

La giornata internazionale di lotta all’AIDS, introdotta per la prima volta nel 1988, si celebra il 1° dicembre di ogni anno e rappresenta una importante occasione per dimostrare l’importanza della lotta contro questa grave epidemia e della solidarietà necessaria per combatterla.

Nonostante il virus Hiv sia stata identificato per la prima volta nel 1984, ancora oggi nel mondo circa 320 bambine/i e adolescenti muoiono ogni giorno per cause legate all’AIDS13 bambine/i muoiono ogni ora, secondo il rapporto di sintesi su HIV-AIDS e infanzia lanciato nel mese di novembre 2019 dall’UNICEF.

Mercoledì 4 dicembre, il Network Italiano Salute Globale e il CCM - Comitato Collaborazione Medica, in collaborazione con CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, promuovono una tavola rotonda dal titolo “Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids”, per analizzare la situazione mondiale nella lotta all’AIDS, approfondendo le linee guida e le azioni condivise, con un focus mirato su Italia e Africa.

 

Intervengono alla tavola rotonda:

Saba Anglana, Testimonial del Network

Margherita Busso, Responsabile Ambulatorio Mi. Sa - Ospedale Amedeo di Savoia

Stefano Patrucco, Arcobaleno Aids

Giancarlo Orofino, Infettivologo - Ospedale Amedeo di Savoia

Alberto Granata, Photoreporter

Apriranno l’incontro, aperto al pubblico, Stefania Burbo, focal point del Network italiano Salute Globale, Ugo Marchisio, Presidente CCM e Marilena Bertini, Past President CCM.

 

Tra i relatori Stefano Patrucco, attivista di Associazione Arcobaleno AIDS, racconterà la nascita dell’associazione, fondata a Torino all’inizio degli anni ’90 da un gruppo di auto-aiuto che riuniva persone sieropositive o malate di AIDS, loro familiari, medici, infermieri, psicologi, e alcune storie dell’esperienza diretta di pazienti affetti dalla malattia. Giancarlo Orofino, infettivologo presso l’ospedale Amedeo di Savoia di Torino e vicepresidente dell’Associazione Arcobaleno AIDS, interverrà su “HIV e AIDS: la situazione in Italia”. Margherita Busso, Responsabile ambulatorio Mi.Sa (Migrazione e Salute) dell’Ospedale Amedeo di Savoia di Torino, offrirà ai partecipanti uno sguardo generale su “Prevenzione e incidenza HIV/AIDS nei migranti”.

 

“Disuguaglianze di genere e discriminazioni nei confronti delle persone vulnerabili fanno sì che le ragazze e le giovani donne nell’Africa subsahariana abbiano il doppio delle probabilità di contrarre il virus rispetto agli uomini della stessa età, nei paesi colpiti più duramente dall’epidemia la probabilità è addirittura sei volte più alta – afferma Stefania Burbo del Network italiano Salute Globale –  La comunità internazionale si è impegnata a porre fine alle epidemie, fra cui l'Aids, entro il 2030 nell'ambito dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Il nostro paese deve continuare a rimanere tra i maggiori sostenitori del diritto alla salute, attraverso il sostegno al Fondo Globale per la lotta contro Aids, tubercolosi e malaria, che ha recentemente incrementato e tramite gli altri canali della cooperazione internazionale”.

 

A testimoniare l’importanza dell’impegno della società civile, Saba Anglana, attrice e cantautrice da tempo in prima linea a fianco dei diritti umani, e Alberto Granata, photoreporter che ha lavorato con Unicef, Medici Senza Frontiere, Anlaids Italia.

 

La partecipazione alla tavola rotonda è libera e gratuita

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium