/ Attualità

Attualità | 25 febbraio 2020, 08:45

Carnevali di Ivrea e Chivasso cancellati: Vigna chiede un sostegno economico al Governo

In un'interrogazione parlamentare, il deputato canavesano manifesta la sua preoccupazione per le ricadute economiche, negative, per il commercio locale

L'onorevole Giglio Vigna con indosso i colori del Carnevale di Ivrea

L'onorevole Giglio Vigna con indosso i colori del Carnevale di Ivrea

Non solo la psicosi delle persone che si sono ormai chiuse letteralmente in casa. Ma anche le ricadute economiche, ovviamente negative, sul territorio.

E' questa la preoccupazione di Alessandro Giglio Vigna, deputato della Lega, riguardo al Canavese, che si trova a combattere per evitare la diffusione del coronavirus. In particolare si è soffermato sulla decisione di cancellare il Carnevale di Ivrea.

"Il Carnevale di Ivrea è Tradizione, Passione ed Emozione, il Carnevale di Ivrea è l'anima della nostra città e del nostro territorio, ma, il Carnevale di Ivrea è anche economia: se è vero che durante l'evento molti esercizi commerciali rimangono chiusi, altri esercizi e piccole imprese hanno in quei giorni un picco di lavoro come mai durante l'anno - dice -. Quest'anno il Carnevale ha dovuto fermarsi per le note ragioni che tutti noi sappiamo. Sono pienamente d'accordo con lo stop stabilito da Comune e Regione tuttavia la preoccupazione per il danno economico per esercizi ed imprese di Ivrea e Canavese è molta. Vigna sostiene che "sono infatti tantissimi gli amministratori Comunali e gli imprenditori che mi hanno contattato nelle giornate di ieri e oggi".

Ha anche deciso di presentare un'interrogazione parlamentare a riguardo per "chiedere al Governo se non intenda intervenire al fine di predisporre una forma di aiuto e sostegno compensativo per le attività imprenditoriali della città di Ivrea e del Territorio che con la sospensione del Carnevale storico di Ivrea hanno subito un danno economico rilevante". "Il Carnevale nel capoluogo del Canavese secondo i dati del 2019 - aggiunge - muove circa 3,5 milioni grazie, in particolare, alla manifestazione culminante, la Battaglia delle arance, celebrazione dell’orgoglio cittadino e delle virtù civiche alla quale arrivano a partecipare diverse migliaia di persone, con un impatto economico su Ivrea, nelle sue attività commerciali e ricettive".

Vigna ha preso in considerazione i danni economici subiti dai Carnevali del Canavese e del Territorio in generale: un'altra interrogazione, sempre a sua firma, è stata infine predisposta per i danni derivati dall'interruzione del Carnevale di Chivasso.

"Esprimo il mio dispiacere ma anche i miei complimenti ad Amministrazione, Fondazione e tutte le Componenti del Carnevale di Ivrea per l'organizzazione di questa edizione, certamente un'edizione sfortunatissima e dura da organizzare. Aavendo visto dal vivo gli enormi sforzi fatti, so per certo che tutto quello che era possibile fare per la manifestazione è stato fatto sui vari fronti dei problemi riscontrati in questa edizione 2020".

a.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium