/ Cronaca

Cronaca | 20 aprile 2020, 11:35

Molinette, salvato un paziente Covid per un versamento ai polmoni con un intervento in anestesia locale

L'uomo, di 44 anni, era stato trasportato a Torino in condizioni critiche dall'ospedale di Ivrea. L'operazione è durata circa un'ora e 20

Molinette, salvato un paziente Covid per un versamento ai polmoni con un intervento in anestesia locale

Si era rivolto all'ospedale di Ivrea, al pronto soccorso, ma subito le sue condizioni sono sembrate molto critiche: oltre alla febbre e alla mancanza di fiato, infatti, la profonda stanchezza era accompagnata da una brutta polmonite che si è rivelata dopo una radiografia. Con il  passare dei giorni, però, la situazione non migliora e anche il cuore comincia a mostrare qualche difficoltà Si è quindi reso necessario un intervento urgente, ma solo dopo averlo trasportato alle Molinette di Torino.

E' così che nei giorni scorsi i medici della chirurgia toracica dell'ospedale cittadino (diretta dal professor Enrico Ruffini) hanno salvato la vita a un paziente Covid di 44 anni che presentava - come ha mostrato la Tac - un versamento pleurico polmonare massivo. Una situazione insolita, perché in questi mesi il Coronavirus ha mostrato di generare una polmonite magari ad ambedue gli organi, ma senza un versamento di questo genere. Per operarlo, è stato applicato un intervento mini-invasivo in anestesia locale, dopo che il professor Pier Luigi Filosso si era già recato a Ivrea per eseguire una prima toracentesi ed estrarre materiale purulento dalla pleura del paziente.

L’intervento è stato effettuato pochi giorni fa. L’équipe era formata dai chirurghi toracici professor Pier Luigi Filosso, dottor Riccardo Cristofori e dottor Giovanni Lanza e dall’anestesista dottor Gerardo Cortese (della Rianimazione universitaria diretta dal professor Luca Brazzi). A complicare le cose era la cardiopatia del paziente. Quindi si è deciso di procedere ad un intervento chirurgico mini-invasivo ed in anestesia locale con sedazione, senza l’intubazione del malato, con tutte le difficoltà correlate alla necessità di ridurre la diffusione dell’infezione nell’ambiente e tra gli operatori.

L’intervento è durato circa 1 ora e 20 minuti e l’équipe chirurgica è riuscita a drenare circa 2300 cc di pus dal torace del malato. Il decorso post-operatorio è stato privo di complicanze ed il paziente è stato nuovamente trasferito ad Ivrea dopo pochi giorni in buone condizioni. Ora, dopo la quarantena nel reparto COVID di Ivrea, si è negativizzato al Coronavirus e nei prossimi giorni sarà dimesso. E la situazione polmonare legata al versamento è del tutto sotto controllo.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium