/ Idee In Sviluppo

Idee In Sviluppo | 11 giugno 2020, 19:00

Ripartiamo dall’innovazione: l’Italia ha bisogno di menti folli e coraggiose

In conseguenza all’emergenza sanitaria è arrivata quella economica e come “naturale” che sia tutti gli Stati del mondo in modo differente si sono trovati a varare manovre fiscali volte a favorire la ripresa economica dopo la pandemia, ma al di là delle decisioni prese da ogni singolo paese, c’è un elemento importante da tenere in considerazione, l’innovazione.

Ripartiamo dall’innovazione: l’Italia ha bisogno di menti folli e coraggiose

Cos’è l’innovazione? Consultando il vocabolario Treccani, troviamo la seguente definizione: l’atto, l’opera di innovare, cioè di introdurre nuovi sistemi, nuovi ordinamenti, nuovi metodi di produzione. Nella nostra ottica, innovare vuol dire uscire dalla comfort zone del proprio ecosistema. Se ci fermiamo e ci guardiamo attorno, possiamo notare che il progresso è dipeso e dipenderà da menti visionarie talvolta giudicate folli che rifiutano le convenzioni (Ford, Steve Jobs, Elon Musk, Richard Charles Nicholas Branson etc). Esplorare mondi nuovi e nuove modalità di azione e pensiero, genera importanti novità e questo lo ha scoperto fin da giovane Steve Jobs, uno degli uomini più innovativi della storia dell'umanità, un grande comunicatore e imprenditore, colui che in una sola frase ha espresso lo scopo dell’innovazione «L'innovazione distingue un leader da un follower», insegnando che è fondamentale sfruttare al meglio le proprie risorse anziché sprecarle all’inseguimento di altri che per definizione, saranno sempre un passo avanti a noi.

Anche il Team di Novain, specializzato nello sviluppo di prodotti innovativi, ha la stessa visione del leader della Mela, le Micro e Medie Imprese devono concepire l’innovazione come un reale vantaggio competitivo, un “processo” che le rende uniche, scoprendo o addirittura creando nuovi clienti, nuovi bisogni e nuovi mercati finora inesplorati. Spazi in cui la competizione cessa di esistere.
L’innovazione aziendale può trattarsi sia di processo che di prodotto è, infatti, l’unico vero elemento in grado di garantire il successo dell’impresa nel mercato locale e globale.

L’emergenza legata al Coronavirus può essere l’opportunità per incominciare a sviluppare una visione strategica, attuando un’attenta osservazione di tutti i processi aziendali (produttivi, distributivi e commerciali). Come all’inizio di ogni nuova avventura, è importante superare gli ostacoli interiori, in particolare la paura di fallire. Fa comodo a tutti continuare a fare come si è sempre fatto senza uscire dalla zona di confort, ma questa non è la strada giusta in quanto non ci permette di scoprire mondi nuovi e nuove modalità di azione e pensiero generando importanti opportunità. Gli imprenditori o futuri tali devono imparare ad accettare il fallimento, mettendo in conto di cadere e rialzarsi. All’estero a differenza dell’Italia, il fallimento è percepito come un elemento positivi, vuol dire che ci hai provato, ti sei messo in gioco e hai imparato dagli errori.

l’Italia per ripartire ha bisogno di menti folli e coraggiose le quali vanno aiutate incentivi economici mirati allo sviluppo di nuove idee.

Se avete un’invenzione/idea da sviluppare oppure vi piacciono le invenzioni, le novità che l’ingegno umano genera seguite la nostra rubrica http://www.torinoggi.it/sommario/argomenti/idee-in-sviluppo.html curata in collaborazione con Novain Srl, pronta a fornire un supporto a 360° dalla valorizzazione dell’idea fino alla produzione e distribuzione del prodotto ricavato dalla stessa idea. Per maggiori informazioni e fissare un incontro gratuito, visitare il sito www.novain.eu oppure inviare una mail a info@novain.eu

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium