/ Politica

Politica | 19 ottobre 2021, 15:17

Centrodestra sconfitto, Cirio assolve i partiti: “Hanno supportato Damilano, lavorerò con Lo Russo: non c’è tempo da perdere”

Il Governatore: “A Torino non andavamo al ballottaggio da 20 anni, è sempre una partita aperta”. “Incontrerò il neo sindaco dopo la formazione della Giunta, abbiamo tante cose da fare”

Alberto Cirio

Il commento del governatore del Piemonte Alberto Cirio al voto di Torino

Nel day after della vittoria di Stefano Lo Russo e della conseguente sconfitta di Paolo Damilano alle elezioni comunali di Torino, il Governatore Alberto Cirio prova a sollevare il morale del centrodestra: “A Torino non andavamo al ballottaggio da 20 anni, cioè non scendevamo in campo per giocare la partita. Il capoluogo piemontese è sempre stata una partita a parte”.

Cirio assolve Damilano e spegne le polemiche

Il Presidente della Regione prova a spegnare sul nascere le polemiche circa lo scarso supporto dei partiti al candidato civico Damilano: “Essere riusciti a scendere in campo, significa che ognuno di noi ha fatto la sua parte: i partiti lo hanno abbracciato e sostenuto, con il dovuto rispetto”. Poi aggiunge: “Damilano ha fatto comunque un lavoro importante”.

“Dove il centrodestra governa, poi vince”

Nessuna sorpresa, dunque, circa l’elezione di Lo Russo a sindaco di Torino: “Non mi sorprende perché ogni volta che c’è un grande astensionismo, le possibilità di vittoria del centrodestra si riducono: ecco perché bisogna cercare di vincere subito, al primo turno”.

Io però  - aggiunge Cirio - faccio un’analisi sul Piemonte: dove ha governato, il centrodestra ha vinto bene. Penso a Novara, a Carmagnola”. Impensabile, tuttavia, da esponente del centrodestra, non avviare una critica all’interno della coalizione: “Quando si perde bisogna saperla fare, ma anche avere la consapevolezza che Torino è sempre una partita a parte”.

 

Cirio: “Lavorerò con Lo Russo”

Sull’elezione di Lo Russo, il Governatore afferma di aver già sentito il neo sindaco di Torino e di avergli fatto i complimenti, auspicando di poter presto lavorare insieme: “Io parlo con il sindaco di Torino, chiunque esso sia: ieri gli ho telefonato per fargli i complimenti. L’interesse di lavorare insieme e bene, viene prima. I rapporti con Chiara Appendino lo testimoniano, prevale sempre il ruolo istituzionale sulle etichette politiche”.

Incontrerò Lo Russo a breve, il tempo di fargli insediare la Giunta: abbiamo tante cose da fare insieme, non abbiamo tempo da perdere” conclude Cirio.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium