/ Attualità

Attualità | 09 febbraio 2022, 16:38

Caro energia, il sindaco Lo Russo spegne per protesta la Mole

Torino aderisce alla campagna dell' Anci: "A rischio l'erogazione dei servizi, Governo intervenga"

Caro energia, il sindaco Lo Russo spegne per protesta la Mole

"Il caro energia e il conseguente aumento delle bollette rischiano di mettere in grave crisi le casse pubbliche e anche quelle dei cittadini". Lo dichiara il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, annunciando l’adesione alla campagna lanciata dal primo cittadino di Cento, Edoardo Accorsi, di spegnere un monumento per accendere un faro sull’emergenza energetica.

Si spegne la Mole

Serve – continua - un intervento deciso e tempestivo del Governo a sostegno dei cittadini e dei Comuni italiani. Per questo domani alle 20 spegneremo la Mole Antonelliana per un’ora, in segno di solidarietà e di adesione alla campagna sostenuta dall’Anci nazionale". 

"Caro energia pesa sui bilanci comunali" 

"Il caro energia – rimarca - rischia di creare problemi nei bilanci comunali, con serie conseguenze sull’erogazione dei servizi offerti ai cittadini". "Non possiamo permetterci di vanificare i grandi sforzi che si stanno compiendo per il rilancio dell’economia, il Governo intervenga”, conclude Lo Russo.

Il presidente dell'Anci: "Vogliamo far sentire la nostra preoccupazione al governo"

Domani sera alle 20 le luci dei monumenti si spegneranno anche in molti altri comuni del Piemonte. L’iniziativa è promossa da ANCI nazionale. "Diverse sono le azioni messe in atto in questi giorni - afferma il presidente di ANCI Piemonte e sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro - Attraverso l’iniziativa di domani vogliamo far sentire la nostra preoccupazione al governo, al quale torneremo a chiederemo un aiuto concreto per tutti i Comuni".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium