/ Eventi

Eventi | 23 febbraio 2024, 12:58

Aido Piemonte promuove lo spettacolo “Rette Parallele” in scena al teatro Esedra

Appuntamento sabato 2 marzo in via Bagetti 30 a partire dalle 20.45

Aido Piemonte promuove lo spettacolo “Rette Parallele” in scena al teatro Esedra

Aido Piemonte promuove lo spettacolo “Rette Parallele” in scena al teatro Esedra

Sabato 2 marzo 2024, presso il Teatro Esedra di Torino in Via Bagetti 30 a Torino alle ore 20.45 si terrà lo spettacolo “Rette Parallele” organizzato da Aido Piemonte (Associazione italiana per la donazione di organi tessuti e cellule) con il supporto dell’Associazione Il dono di Sara. 

“Rette Parallele” è una rappresentazione teatrale che racconta tratti di vita di persone che direttamente o indirettamente hanno vissuto a contatto con la fibrosi cistica e nasce dalla collaborazione tra Sara Cornelio, venuta prematuramente a mancare proprio di fibrosi cistica nel 2022, il regista Samuele Carcagnolo e il produttore Paolo Vigato, con l’obiettivo di sensibilizzare sulla tematica della malattia e sulla donazione di organi attraverso un registro contemporaneo e senza filtri, trattando momenti d’amore, di rinascita e altri ancora di difficoltà. 

“Rette parallele” è ambasciatore di una grande verità: respirare insieme è il vero atto rivoluzionario perché solo respirando insieme si potrà combattere l’indifferenza e, forse, comprendere il vero valore di un respiro. 

La fibrosi cistica è la malattia genetica grave più diffusa in Italia che colpisce diversi organi, soprattutto l’apparato respiratorio e quello digerente. Quando la compromissione è ormai in uno stato avanzato l’unica possibilità per continuare a vivere è quella di essere sottoposto a un trapianto di organi. 

La messa in scena è occasione per ricordare Sara Cornelio: Sara ha vissuto la sua vita cogliendone il senso profondo della bellezza e della ricchezza. Ha conosciuto la paura e le difficoltà della malattia e le ha trasformate in una lezione di gioia e amore che ha cambiato oltre alla sua vita, quella delle persone che l’hanno conosciuta e di coloro che tutt’oggi la scoprono attraverso le sue opere e scritti.  

“AIDO e “Il dono di Sara” promuovono la donazione ed il trapianto sensibilizzando la collettività e sostenendo le persone che si trovano in situazioni di malattia o difficoltà; Sara è stata preziosa testimone di AIDO portando la propria esperienza di vita e sostenendo la cultura del dono. Per questo siamo orgogliosi di mettere in scena uno spettacolo in suo ricordo e di avere la collaborazione dell’associazione che porta il suo nome” dichiarano i volontari coinvolti nell’organizzazione. 

Dopo lo spettacolo si svolgerà un talk condotto dai rappresentanti delle due associazioni e dal dott. Raffaele Potenza, medico del Coordinamento Regionale delle Donazioni e Prelievi Piemonte e Valle D’Aosta, che coinvolgerà il pubblico con le testimonianze di chi ha ricevuto un trapianto. 

È possibile comunicare la propria presenza e riservare il posto tramite il QR-code presente in locandina o tramite il seguente link: https://forms.gle/uZ26b78KPbsxLLqv6 

Le offerte ricavate durante la serata saranno utili per finanziare i progetti di informazione e sensibilizzazione alla donazione degli organi sul territorio piemontese. 

La realizzazione dello spettacolo è un progetto sostenuto con i fondi otto per mille della Chiesa Valdese, gode del patrocinio della Città di Torino, della Regione Piemonte e il supporto di Vol.To ETS (Centro Servizi per il Volontariato di Torino).

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium