/ Cronaca

Cronaca | 19 maggio 2024, 18:30

"Paninaro in sosta con il furgone sul marciapiede: denunciamo commercio abusivo su strada"

Sfogo dei residenti e titolari di locali notturni di Regio Parco: "Le istituzioni devono fare rispettare le norme base"

furgone

Sfogo dei residenti e titolari di locali notturni di Regio Parco: "Le istituzioni devono fare rispettare le norme base"

Un furgone di un paninaro in sosta tutto il giorno su un marciapiede, che dopo aver occupato mattina/pomeriggio/sera lo spazio dei pedoni ha aperto lo sportello vendendo fino a tarda notte panini e patatine al popolo della notte. È questa la denuncia dei titolari dei locali notturni e residenti di Regio Parco. 

Il precedente

Una scena che si è verificata due volte negli ultimi weekend: il primo quello del 4-5 maggio, mentre la seconda ieri pomeriggio e poi sera. In diversi momenti della giornata, in entrambi i casi, è stata sollecitata un'azione del Comune e forze dell'ordine "senza ottenere un intervento". 

Ieri un ambulante ha lasciato il suo furgone rosso parcheggiato tutto il giorno su marciapiede, davanti alla piazzetta delle Panche. Un fatto segnalato dagli esercenti e abitanti sia alla Circoscrizione 7, che alla Polizia Municipale, come "commercio abusivo su strada". 

Malamovida

"Il risultato? Questa mattina alle 4 il furgone era ancora lì", è lo sfogo amaro dei titolari dei locali. La stessa scena si era verificata il 4-5 maggio: a complicare la situazione in quel weekend il fatto che le zone della collina e precollina fossero chiuse totalmente al traffico e al passaggio delle persone per il Giro d'Italia.

Dall'altro però i proprietari dei locali sono additati in toto come i responsabili della malamovida. 

Bottiglie in vetro da asporto

"Ovviamente - spiega un esercente - noi continuiamo ad autotassarci per la sicurezza privata e la pulizia straordinaria, che paghiamo noi di tasca nostra". Chiediamo però che le istituzioni facciano rispettare le norme base, anche perché sono state vendute bibite da asporto in bottiglie di vetro".

A replicare allo sfogo la Circoscrizione 7, che chiarisce: "Noi inviamo le segnalazioni a chi di dovere indicando disagi e problematiche".

Il paninaro protagonista dell'episodio contestato ha così esposto la sua versione dei fatti: "La Polizia locale è intervenuta più volte multandomi per migliaia di euro, 1032 per l’esattezza, ad ogni intervento. Vengo accusato inoltre di vendere bottiglie di vetro, ma questo non l'ho mai fatto".

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium