/ Sport

Sport | 23 giugno 2024, 16:04

L'erba di Halle è sempre più verde per Sinner e il duo Bolelli-Vavassori. Un successo con vista Wimbledon (e Atp Finals)

Il numero uno del mondo vince il singolare battendo in finale il polacco Hurkacz, il doppio (guidato dal tennista torinese) si impone sui tedeschi Krawietz e Puetz. Entrambi i trionfi col punteggio di 7-6 7-6

L'erba di Halle è sempre più verde per Sinner e il duo Bolelli-Vavassori

L'erba di Halle è sempre più verde per Sinner e il duo Bolelli-Vavassori

La domenica perfetta per il tennis azzurro sull'erba di Halle. In Germania i colori azzurri trionfano due volte nel giro di poche ore, prima col doppio Bolelli-Vavassori e poi con il successo di Jannik Sinner nel singolare, alla sua prima uscita ufficiale da numero uno del mondo.

Il torinese Vavassori trascinatore del doppio

Andando in rigoroso ordine cronologico, i primi a scendere in campo e a vincere sono stati Simone Bolelli e Andrea Vavassori, che si sono aggiudicati la finale del torneo tedesco battendo i padroni di casa Kevin Krawietz e Tim Puetz sul filo di lana alla fine di due tie break con il punteggio di 7-6 (7-3) 7-6 (7-5) in un'ora e 45 minuti di gioco.

I due azzurri aggiungono un'altra perla ad una stagione di altissimo livello, con le finali raggiunte nei primi 2 Slam stagionali all'Australian Open e al Roland Garros e finalmente sorridono al termine di una finale tiratissima. Il modo migliore per prepararsi all'imminente torneo di Wimbledon, avendo già nel mirino le Atp Finals di fine anno, che il torinese Vavassori sogna di giocare in casa per avere dalla sua la spinta di tutto il pubblico del Pala Alpitour.

Sinner, primo trionfo da numero 1 del mondo

Il calore del pubblico torinese lo conosce bene Sinner, già due volte protagonista dell'atto conclusivo della stagione. Il fuoriclasse azzurro, fresco della conquista del numero uno del mondo, si è imposto ad Halle battendo in finale il polacco Hubert Hurkacz in due tiratissimi set, mostrando la capacità di giocare benissimo i punti importanti in entrambi i tie break.

Il primo è stata una battaglia chiusa solo sul 10-8, senza storia il secondo, vinto facilmente per 7-2. E adesso per il nostro fuoriclasse inizia il conto alla rovescia che porta all'erba più famoso del tennis, quella di Wimbledon, dove l'anno scorso si fermò in semifinale. L'obiettivo, quest'anno, è arrivare fino in fondo, per bissare il trionfo di gennaio in Australia.

Massimo De Marzi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium