/ Politica

Politica | 22 maggio 2018, 12:20

Via libera all'asta pubblica per l'immobile di via San Marino 10

Lo ha deciso questa mattina la Giunta di Palazzo Civico

Via libera all'asta pubblica per l'immobile di via San Marino 10

Via libera questa mattina dalla Giunta – su proposta degli assessori Sergio Rolando, Bilancio e Patrimonio, e Sonia Schellino, Politiche sociali – all’avvio delle procedure per il trasferimento cinquantennale, attraverso asta pubblica, della proprietà dell’edificio di via San Marino 10, un immobile che è parte dello storico e grande complesso edilizio conosciuto come ex IRV - Istituto dei poveri vecchi.

L’ alienazione non riguarda la porzione che si affaccia su corso Unione Sovietica, al momento destinata a servizi comunali per la disabilità fisico-motoria e a sede di associazioni che operano nel campo socio-assistenziale.

"L’operazione di costituzione cinquantennale del diritto di superficie - sottolinea l'assessora Schellino -  è vincolata al mantenimento della residenza socio-assistenziale per anziani non autosufficienti, di una comunità alloggio per disabili, alla creazione di posti letto per garantire continuità assistenziale post-ospedaliera e alla destinazione di spazi a servizi per il territorio".

Il prezzo a base d’asta è stato fissato in 8 milioni e 840mila euro.

“Con la scelta di dismettere l’immobile di via San Marino, dopo la rinuncia della Città della Salute e della Scienza all’utilizzo dei locali concessi a titolo di comodato, l’Amministrazione si propone – evidenzia l'assessore Rolando - di contribuire a rafforzare la rete dei servizi per anziani non autosufficienti, di valorizzare il patrimonio comunale e di fornire occasione di investimento ad operatori privati, contribuendo a generare in questo modo  importanti ricadute anche dal punto di vista occupazionale”.

Per l’intera durata contrattuale sarà cura della proprietà eseguire a proprie spese tutte le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, di ristrutturazione ed, eventualmente, di riqualificazione, necessarie ad assicurare l'ottimale funzionamento e il buono stato di conservazione dell'edificio e degli impianti.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium