/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 17 dicembre 2018, 12:50

Gli appuntamenti nel periodo delle feste alla Fondazione Torino Musei

A Palazzo Madama, alla Gam e al Mao

Gli appuntamenti nel periodo delle feste alla Fondazione Torino Musei

La Fondazione Torino Musei invita il pubblico a visitare durante le festività natalizie le collezioni permanenti e le mostre in corso a Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica, alla GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e al MAO Museo d’Arte Orientale.

Tra mostre in corso: Madame reali: cultura e potere da Parigi a Torino e La Sindone e la sua immagine. Storia, arte e devozione a Palazzo Madama, I macchiaioli. Arte italiana verso la modernità, Laura Grisi. Le opere filmiche (1968-1972) e Apollinaire e l’invenzione “surréaliste” alla GAM, Tattoo. L’arte sulla pelle e Sfumature di terra. Ceramiche cinesi dal X al XV secolo al MAO. Sono molte le attività e le visite guidate in programma nei giorni di festa.

GLI ORARI DURANTE LE FESTE

Domenica 23 dicembre 2018

Musei aperti secondo regolare orario

 

Lunedì 24 dicembre 2018

Musei aperti fino alle 14.00 (apertura straordinaria al mattino di GAM e MAO)

 

Martedì 25 dicembre 2018

CHIUSO (valido per tutti i musei)

 

Mercoledì 26 dicembre 2018

Musei aperti secondo regolare orario

 

Lunedì 31 dicembre 2018

Musei aperti fino alle ore 14.00 (apertura straordinaria al mattino di GAM e MAO)

 

Martedì 1 gennaio 2019

Musei aperti dalle ore 14.00 (chiusi al mattino – apertura straordinaria al pomeriggio di Palazzo Madama)

 

Domenica 6 gennaio 2019

Musei aperti secondo regolare orario

 

Dove non segnalato i musei rispettano il regolare orario di apertura e chiusura:

 

PALAZZO MADAMA

Aperto dalle 10.00 alle 18.00

Chiuso il martedì

 

GAM

Aperto dalle 10.00 alle 18.00

Chiuso il lunedì

 

MAO Museo d’Arte Orientale

Da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 18.00

Sabato e domenica dalle 11.00 alle 19.00

Chiuso il lunedì

 

Le biglietterie chiudono un’ora prima. L’uscita dalle sale è prevista 10 minuti prima della chiusura.

 

GLI APPUNTAMENTI NEI MUSEI

 

SABATO 22 DICEMBRE

 

Sabato 22 dicembre 2018 ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00 - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

 

DOMENICA 23 DICEMBRE

 

Domenica 23 dicembre 2018 ore 11.30 e ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00) - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

Domenica 23 dicembre ore 16.30

VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA TEMPORANEA TATTOO, L’ARTE SULLA PELLE

“Tatuaggi: potere, magia, religione”

Il tatuaggio prima di essere il marchio della marginalità e del crimine, prima di diventare un fenomeno di costume diffuso, è stato anche il segno del divino, della magia e del potere sulla pelle.

Dai tatuaggi polinesiani, in cui il segno racchiude in sé un grande potere magico, il mana, ai tatuaggi devozionali dei pellegrini, ai segni del divino nei tatuaggi dei carcerati, un viaggio attraverso la magia e la religione disegnate sulla pelle.

Costo: 5 € a persona + biglietto ingresso al museo secondo regolamento

Prenotazioni: tel.011 5211788 prenotazioniftm@arteintorino.com

www.maotorino.it

 

 

MERCOLEDI 26 DICEMBRE

 

Mercoledì 26 dicembre 2018 ore 11.30 e ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00) - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

Mercoledì 26 dicembre 2018 ore 15.30

LA SINDONE DA PALAZZO MADAMA ALLA CHIESA DEL SANTO SUDARIO

Palazzo Madama – visita guidata alla mostra La Sindone e la sua immagine e alla Cappella della Confraternita del Santo Sudario

Partendo dalla visita alla mostra a Palazzo Madama, questo itinerario permette di scoprire una delle chiese maggiormente legate alla Sindone: la Chiesa della Confraternita del Santissimo Sudario realizzata verso il 1728 – 1730. La Confraternita, fondata nel lontano 1598 e ancora oggi esistente, ottenne da Vittorio Amedeo II parte dell’isolato, detto un tempo di Sant’ Isidoro, per la costruzione dello Spedale de’ Pazzarelli e di un oratorio. L’interno della chiesa, completamente decorata nella volta e sulle pareti, si presenta come uno dei principali esempi della cultura pittorica rococò in Piemonte, oggi ritornato al suo antico splendore attraverso una lunga campagna di restauro. La decorazione della volta fu eseguita da Michele Antonio Milocco - 1734 - e celebra la Trasfigurazione di Cristo inserita nelle quadrature trompe l’oeil del veneto Pietro Alzeri; altre iconografie sindoniche fanno da filo conduttore in moltissimi particolari della chiesa. La visita condotta dal confratello Massimo Borghesi permetterà di illustrare le caratteristiche artistiche del luogo, i suoi legami con la Confraternita e il restauro appena concluso.

Costo: biglietto di ingresso alla mostra - gratuito per i possessori di Abbonamento Musei; € 8 per visita guidata alla mostra e alla cappella della confraternita del Santo Sudario.

Prenotazione obbligatoria: 011 5211788 prenotazioniftm@arteintorino.com

 

Mercoledì 26 dicembre 2018 ore 16.30

TATTOO. L’ARTE SULLA PELLE

MAO – visita guidata alla mostra

L’itinerario alla mostra permette di percorrere un viaggio sui significati dell’uso sociale, antropologico, culturale e artistico del tatuaggio, attraverso artisti, tatuatori, tatuati, opere e personaggi del passato in dialogo tra loro nel suggestivo allestimento della mostra a cura di Luca Beatrice. Ci si soffermerà su alcuni passaggi cruciali dei diversi significati del tatuaggio, con particolare riguardo alle popolazioni che lo hanno praticato in maniera estensiva, influenzando anche la cultura e l’arte contemporanea.

Tra le opere esposte foto storiche scattate dal celebre fotografo Felice Beato nel Giappone degli anni 60 dell’800, una selezione di stampe del noto artista giapponese Utagawa Kuniyoshi, che nel 1827 pubblica una serie di eroi popolari giapponesi noti come i 108 eroi suikoden, famosa per essere diventata un riferimento iconografico per tatuaggi.

Arrivando al mondo di oggi con a consolidata accettazione del tatuaggio, si porrà l’accento su alcuni artisti che hanno saputo riflettere sulla pratica dei tattoo nella loro arte, quali lo spagnolo Santiago Sierra che ne fa un uso politico e trasgressivo, l’austriaca Valie Expor e la svedese Mary Coble che hanno trattato temi legati al femminismo. Infine tra i tatuatori contemporanei saranno prese in esame alcune immagini dei lavori di Tin-Tin, Filip Leu e Horiyoshi III Sensei.

Costo: € 5 + biglietto di ingresso alla mostra (ingresso gratuito per possessori di Abbonamento Musei e Torino+ Piemonte Card)

Info e prenotazioni t. 011 5211788, prenotazioniftm@arteintorino.com

 

 

GIOVEDI 27 DICEMBRE

 

Giovedì 27 dicembre 2018 ore 15.00

TRA CIELO E TERRA

GAM - attività per famiglie

I macchiaioli. Arte italiana verso la modernità offre l’occasione per conoscere gli antefatti, la nascita e la stagione iniziale della pittura macchiaiola, aspetti centrali della mostra. La GAM valorizzerà il dialogo artistico tra Toscana, Piemonte e Liguria nella ricerca sul vero, ma fu a Firenze che i giovani frequentatori del Caffè Michelangiolo misero a punto la ‘macchia’. Giovedì pomeriggio bambini e adulti potranno esplorare insieme la mostra, con un percorso dedicato alle famiglie e osservare una selezione di opere dei maggiori esponenti del gruppo toscano in cui è ben visibile l’utilizzo della pittura a macchia come mezzo per comunicare il loro desiderio di rinnovamento. Partendo da queste suggestioni, in laboratorio, i partecipanti potranno sperimentare una divertente prova creativa eseguita con sabbie, carte e colori assemblati sulla lavagna luminosa, per poi realizzare dipinti con elementi naturali dal formato e dallo stile macchiaiolo.

È gradita la prenotazione entro lunedì 24 dicembre.

Tutti gli spazi sono accessibili.

Costo attività: bambini € 7 per laboratorio + biglietto famiglia

Informazioni: Dipartimento Educazione GAM tel.011 4429690

Prenotazioni: 011-4436999 (lun-ven ore 9-13 e 14-16)

didattica@fondazionetorinomusei.it

 

Giovedì 27 dicembre ore 15.30

VIA (LA) MADAMA CRISTINA – IL POTERE NON È FATTO PER LE DONNE!

Palazzo Madama - visita guidata teatrale in occasione della mostra Madame Reali

Il dottor Precisi si aggira per le sale di Palazzo Madama per risolvere un grave problema: ripulire il più importante edificio torinese da tutti i segni del passaggio di queste “maledette donne”, che hanno cercato di “rubare” il potere ai sovrani. Secondo le sue carte, recuperate in angusti archivi di cui non vuol parlare, nessuna donna di casa Savoia avrebbe mai dovuto avere potere; secondo la sua personale opinione, nessuna donna dovrebbe avere il potere neanche oggi!

Ad accompagnarlo (o inseguirlo) per le sale del palazzo, Ginepro, un giovane studente di storia dell’arte che cerca di educarlo alla giusta visione della storia e del presente, perché Cristina di Francia è stata di più di una “donnetta a cui hanno dedicato una via”, com’è solito ripetere Precisi.

Una visita surreale, divertente ed emozionante, che vuole raccontare la grandezza di Cristina e, sul suo modello, delle grandi donne di ieri e di oggi, in attesa di quelle di domani.

Costo: percorso teatrale € 10 + biglietto di ingresso alla mostra Madame Reali (ingresso gratuito per i possessori di Abbonamento Musei)

Info e prenotazione: www.ilbabi.it ; t. 3518150719

 

 

SABATO 29 DICEMBRE

 

Sabato 29 dicembre ore 15.30

LA SINDONE DA PALAZZO MADAMA AI MUSEI REALI

Palazzo Madama – visita guidata alla mostra La Sindone e la sua immagine e alla Cappella della Sindone (riservata Abbonati Musei)

La Corte Medievale di Palazzo Madama custodisce da secoli una delle immagini che testimoniano la devozione della città di Torino nei confronti della Sindone. In dialogo con essa prende avvio il percorso alla mostra La Sindone e la sua immagine in cui sono esposte circa ottanta opere: quelle raccolte dal Re Umberto II e provenienti dal castello di Racconigi, dalla Fondazione Umberto II e Maria José di Ginevra, dal Museo della Sindone e dalle stesse collezioni di palazzo Madama. Esse offrono una campionatura eccezionale dell’iconografia del sacro lino a partire dal XVI secolo ponendo l’accento sulle ostensioni ad esso legate, prima con cadenza regolare ogni 4 maggio per la Festa liturgica della Sindone, successivamente in occasione di eventi di risonanza, tra cui matrimoni ducali e regali. Dipinti, incisioni su carta o seta, quadri a tempera, ricami e insegne processionali permettono, attraverso la loro lettura iconografica, di raccontare la storia del lenzuolo ritenuto il sudario di Cristo. A seguire ci sposteremo in visita presso i Musei Reali nella Cappella della Sindone, restaurata e riaperta dopo il drammatico incendio che la colpì nel 1997. Dalla descrizione della geniale figura del teatino Guarino Guarini, giunto a Torino nel 1666 con l’incarico di ingegnere e matematico di Carlo Emanuele II di Savoia, sarà illustrato il progetto architettonico da lui realizzato attraverso il percorso che dal corridoio detto “della Sindone” conduce nel vestibolo, rivestito di marmo nero e completato da monumentali colonne, diaframma che permette l’ingresso nel cuore della cappella, zona in cui era collocato l’altare da cui si può ammirare la cupola, esempio unico e geniale di architettura barocca. A completare l’analisi dell’opera sarà descritto il recupero e restauro dell’ambiente.

Costo: biglietto di ingresso alla mostra + biglietto di ingresso ai Musei Reali - gratuito per i possessori di Abbonamento Musei. € 8 per visita guidata alla mostra e alla cappella di Guarino Guarini.

Prenotazione obbligatoria: Numero verde 800329329

 

Sabato 29 dicembre ore 15.30

MADAME REALI: CULTURA E POTERE DA PARIGI A TORINO

Palazzo Madama - visita guidata alla mostra Madame Reali

Fra il 1619 e il 1724 due donne imprimono un forte sviluppo alla società e alla cultura artistica dello Stato dei Savoia: Cristina di Francia (Parigi 1606 – Torino 1663), sposa di Vittorio Amedeo I di Savoia, e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours (Parigi 1644 – Torino 1724), sposa di Carlo Emanuele II.

Entrambe si fregiano del titolo di “Madama Reale”, assunto da Cristina in quanto figlia del Re di Francia e usato, dopo di lei, da Maria Giovanna Battista e dalle duchesse di Savoia fino all’acquisizione del titolo regio nel 1713.

Cristina e Maria Giovanna Battista sono protagoniste emblematiche della storia europea ed esercitano il potere, declinato al femminile, per affermare e difendere il proprio ruolo e l’autonomia del loro Stato.

Le azioni politiche e le committenze artistiche delle Madame Reali testimoniano la ferma volontà di fare di Torino una città di livello internazionale, in grado di dialogare alla pari con Madrid, Parigi e Vienna.

Con oltre 120 opere, tra dipinti, oggetti d’arte, arredi, tessuti, gioielli, oreficerie, ceramiche e incisioni, la mostra ripercorre la vita delle due Madame Reali e illustra le parentele che le legano ai maggiori casati regnanti europei, le loro azioni politiche e culturali, le scelte artistiche per le loro residenze, le feste sontuose, la moda e la devozione religiosa.

Un itinerario attraverso la vita di corte in epoca barocca, negli stessi ambienti in cui vissero le due dame, raccontate non solo nella loro immagine politica, ma anche in quella più intima e femminile.

Costo: € 5 + biglietto di ingresso alla mostra (ingresso gratuito per i possessori di Abbonamento Musei)

Info e prenotazioni: t. 011 5211788 - prenotazioniftm@arteintorino.com

 

Sabato 29 dicembre 2018 ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00 - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

www.gamtorino.it

 

 

DOMENICA 30 DICEMBRE

 

Domenica 30 dicembre 2018 ore 11.30 e ore 16.00

L'ARTE DEI PITTORI MACCHIAIOLI

GAM - Visita guidata per singoli alla mostra

(tutti i sabati alle 16.00 e tutte le domeniche alle 11.30 e alle 16.00) - prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00)

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

Costo visita guidata: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra secondo regolamento mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium