/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2019, 11:35

Il punto acqua Smat di None funziona con la scheda ricaricabile

Da venerdì 1° febbraio l’acqua gasata sarà a pagamento

Il punto acqua Smat di None funziona con la scheda ricaricabile

Dopo i primi quindici giorni di distribuzione gratuita l’acqua gasata passerà, come di consueto, a pagamento e costerà 5 centesimi ogni litro e mezzo.

La distribuzione dell’acqua naturale, a temperatura ambiente o refrigerata resterà gratuita, mentre quella gasata potrà essere prelevata esclusivamente con la scheda ricaricabile in distribuzione dal box installato presso l'atrio del Centro Anziani in via Brignone 3, aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 19.

Per ottenere la scheda è necessario introdurre nel distributore 5 euro, 4 euro di cauzione, saranno rimborsati al momento della restituzione della tessera. La scheda avrà quindi un credito di 1 euro per l’acquisto dell’acqua. Per le ricariche successive si potrà ricaricare l’importo desiderato sempre presso lo stesso box o qualunque altro box Smat.

Per prelevare l’acqua è sufficiente introdurre nel Punto Acqua la scheda, dalla quale viene detratto il costo corrispondente alla quantità di acqua prelevata. La tessera è utilizzabile per prelevare acqua da tutti i Punti Smat, indipendentemente da dove è stata attivata e può essere ricaricata presso qualunque box di ricarica Smat.

Sul sito www.smatorino.it alla pagina “Punti Acqua” sono indicati tutti i chioschi SMAT e i siti dove è possibile effettuare la ricarica.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium