/ Cronaca

Cronaca | 29 maggio 2019, 12:18

Maxi sequestro di "falsi" del maestro Pistoletto: "Fatta una cosa tremenda" [VIDEO]

I carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale hanno recuperato 115 opere

Maxi sequestro di "falsi" del maestro Pistoletto: "Fatta una cosa tremenda" [VIDEO]

"Con questo gallerista c'era un rapporto di fiducia, quanto accaduto mi ha sorpreso, magari aveva dei debiti, immagino che gli sia successo qualcosa di grave per aver fatto una cosa così tremenda". Cosí il maestro Michelangelo Pistoletto, che stamattina a Palazzo Chiablese ha partecipato alla conferenza stampa organizzata dai carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale relativa al maxi sequestro di opere false, i "Frattali", attribuite al maggiore esponente dell'arte povera.

"Con il gallerista avevo fatto delle cose interessanti - ha spiegato Pistoletto - ma purtroppo non ho numerato i "Frattali", abitudine che adesso adotto per tutte le altre opere". Dopo essersi congratulato con i carabinieri ("grazie a voi mi sento protetto"), Pistoletto ha ricordato che "l'arte è un'espressione della società ed è molto grave che i contraffattori ne approfittino per speculare".

Le opere al momento sequestrate, che hanno un valore di oltre 500mila euro, una volta che la sentenza di condanna (2 anni e 2 mesi) nei confronti del gallerista sarà definitiva, verranno distrutte o restituite a chi le ha acquistate. "In questo caso - spiega il comandante del Nucleo Tpc di Torino Silvio Mele - nelle opere dovrà essere indicata la loro non autenticità".

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium