/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 12 novembre 2019, 13:00

Riscaldamento: 5 consigli per risparmiare in bolletta

Il freddo è oramai ufficialmente arrivato e non si può più ritardare l’accensione dei termosifoni.

Riscaldamento: 5 consigli per risparmiare in bolletta

 

 

 

 

Il freddo è oramai ufficialmente arrivato e non si può più ritardare l’accensione dei termosifoni.

Se volevate attendere ancora un po’ per l’accensione e risparmiare sulla bolletta del gas, sappiate che è ancora possibile senza troppe rinunce.

Esistono piccoli accorgimenti domestici che possono aiutare le famiglie a risparmiare sui costi del gas per il riscaldamento.

Ecco gli 5 consigli per tagliare la bolletta in vista dei mesi invernali.

  1. Effettuare la manutenzione degli impianti

Effettuare la manutenzione degli impianti di riscaldamento è importante per la messa in sicurezza della caldaia, per ottimizzare i consumi di gas e per evitare le salate sanzioni stabilite per Legge per chi non effettua i dovuti controlli periodici al proprio impianto (dai 500€ ai 3.000€ come da DPR 74/2013).

  1. Questione di temperatura

Quando fa molto freddo si tende ad aumentare la temperatura interna all’ambiente. In realtà, il caldo eccessivo non fa bene né alla salute né all’economia della famiglia. La norma prevede che il riscaldamento possa essere regolato per portare la temperatura interna delle abitazioni massimo fino a 22 gradi. Un buon alleato del comfort termico, è l’isolamento termico. Finestre e porte possono vanificare il nostro sforzo energetico per la climatizzazione invernale, facendoci spendere più del dovuto in bolletta.

Un intervento per installare dei serramenti di ultima generazione e termicamente efficienti è un investimento del quale si godranno gli effetti in termini di comfort e economici: gli interventi di isolamento dei muri e di sostituzione dei serramenti può portare a un abbattimento del 40% dei consumi di gas per il riscaldamento.

  1. Evitare di ostacolare la diffusione del calore

Spesso non ci si fa caso, ma porre mobili e oggetti davanti o sopra i termosifoni ne ostacola la diffusione del calore.

Anche porre i panni umidi davanti al calorifero per farli asciugare in fretta non è una buona idea: oltre a limitare la diffusione del riscaldamento, aumenta l’umidità interna alla stanza.

  1. Impianto di riscaldamento datato: sostituiscilo

Per chi ha un generatore di calore di vecchia data, la sostituzione porta a un ottimo risparmio in bolletta. L’installazione di una caldaia a condensazione o di una pompa di calore è la soluzione ideale per abbattere i costi sul medio e lungo periodo.

Per rimanere i tema di “nuovi acquisti” è un’ottima idea quella di acquistare dispositivi di ultima generazione per la gestione della temperatura della propria abitazione. Ad esempio il cronotermostato Smart permette di avviare la caldaia solo quando è davvero necessario oppure le valvole termostatiche che permettono di regolare il flusso di acqua calda nei singoli radiatori di casa, bloccandolo al raggiungimento di una temperatura pre-impostata.

  1. Attivare una buona offerta per il gas

L’ultimo consiglio è forse quello più importante: abbattere la spesa per riscaldare casa con il confronto delle offerte di fornitura gas sul mercato libero. Con l’aumento dei prezzi del gas metano di ottobre 2019 risparmiare sul riscaldamento domestico è diventata una vera e propria esigenza della famiglie italiane. Usufruendo di prezzi bloccati e sconti, si può arrivare a risparmiare fino a un ulteriore 20% sulla spesa per il riscaldamento.

 

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium