/ Politica

Politica | 26 gennaio 2018, 14:27

Metro 2, gli esponenti del Pd attaccano l'assessore Lapietra: "Ha mentito, si dimetta"

Secondo i democretici, l'assessore sta "colpevolmente" ritardando l'iter per la progettazione preliminare del progetto della metro, con l'obiettivo di far saltare tutto. Replica Lapietra: "Siamo nei tempi previsti"

Metro 2, gli esponenti del Pd attaccano l'assessore Lapietra: "Ha mentito, si dimetta"

La giunta Appendino sta "colpevolmente" ritardando l'iter per la progettazione preliminare della linea Metro 2, con la speranza di perdere il finanziamento e non realizzare così l'opera. È questa la tesi ribadita dal Pd torinese, confermata dal fatto che la lettera di consegna lavori alla SYSTRA, il raggruppamento d'imprese vincitore della gara per la progettazione preliminare della metro 2 di Torino, "non è stata inviata il 20 dicembre come sostenuto dall'amministrazione ma il 22 gennaio, il giorno dopo che avevamo sollevato la questione". 

Secondo Claudio Lubatti, Paola Bragantini, Nadia Conticelli e Stefano Esposito la prima missiva inviata dall'amministrazione al Ministero delle Infrastrutture il 20 dicembre:"non ha efficacia amministrativa e tecnica: l'assessore ai Trasporti Maria Lapietra ha mentito ai torinesi". Secondo i dem, Lapietra avrebbe dichiarato il falso "perché la valutazione del Piano di qualità del progetto non viene fatta dal Ministero, ma durante la consegna dei lavori. Il M5S unisce mancanza di esperienza, che di dinamismo politico." 

A dimostrazione di questo, per i dem, "c'è il mese e due giorni intercorsi fra la prima lettera, la comunicazione non dovuta al ministero dell'avvenuta firma del contratto, che non ha alcun effetto sull'avvio della progettazione, e la seconda del 22 gennaio all'impresa. Questa - osservano - è quella necessaria all'impresa per far partire il lavoro e che avvia il countdown dei 324 giorni entro cui consegnare il progetto".

"Il progetto preliminare completo", replica l'assessore ai trasporti Maria Lapietra,  "dovrà essere consegnato entro il 12 dicembre 2018" . "La prima settimana di febbraio", continua l'esponente della giunta Appendino, "verrà presentato il metodo di lavoro per implementare il modello di domanda di mobilità della Città sulla base di dati acquisiti dall'assessorato all'innovazione con un metodo molto innovativo  che sarà utilizzato per la prima volta per un progetto di una infrastruttura così importante per le città”.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium