/ Cronaca

Cronaca | 10 giugno 2018, 22:40

200 persone in marcia da Melezet a Briançon per dire no alle frontiere

Da venerdì campeggio itinerante tra le località di confine tra Italia e Francia

Foto tratta dalla pagina facebook "Chez Jesus-Rifugio Autogestito"

Foto tratta dalla pagina facebook "Chez Jesus-Rifugio Autogestito"

Circa duecento persone hanno preso parte a Passamontagna, il campeggio itinerante tra le località di confine tra Italia e Francia organizzato da Briser le frontières, composto da antagonisti e No Tav, contro le frontiere. L’iniziativa ha preso il via venerdì a Melezet, sopra Bardonecchia, poi il gruppo si è spostato al Colle della Scala, Nevache, per raggiungere poi Briancon.

Durante la marcia i partecipanti hanno scritto sui muri e sull’asfalto slogan contro i fascisti, lo Stato, la polizia. "Attraversiamo a piedi queste valli - scrivono su facebook - perché, per una volta ancora, vogliamo far scomparire le frontiere. Un dispositivo che seleziona, si apre e si chiude a seconda degli interessi economici dettati dai governi. La frontiera divide. La frontiera uccide.” “Nell'ultimo mese - continuano - sono tre i morti di frontiera. Morti annunciate, per la militarizzazione. Non è stata la montagna, il freddo o la neve a ucciderli. È stata la caccia all'uomo compiuta da gendarmi, polizia di frontiera e militari".

r.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium