/ Politica

Politica | 12 ottobre 2018, 16:16

“La libertà di sciopero non puó giustificare atti intimidatori e violenza"

Sugli episodi avvenuti oggi durante il corteo studentesco il duro commento di Claudia Porchietto e Andrea Fluttero (Forza Italia)

“La libertà di sciopero non puó giustificare atti intimidatori e violenza"

“La libertà di sciopero non puó mai giustificare atti intimidatori. Bruciare fantocci raffiguranti ministri della Repubblica è un atto di violenza che peraltro non rappresenta in modo degno nuove generazioni che in futuro saranno chiamate a sostituire l’attuale classe dirigente del Paese”. Ad affermarlo il deputato di Forza Italia, Claudia Porchietto, commentando l’incendio di manichini raffiguranti Salvini e Di Maio durante il corteo degli studenti torinesi.

Conclude Porchietto: “Torino ha dimostrato ancora una volta di essere una piazza dove il mondo della scuola viene strumentalizzato politicamente. La protesta è utile se costruttiva e fondata su una proposta alternativa. In questo momento l’Italia non ha bisogno di rispondere al rancore con la rabbia. Deve prevalere la forza delle idee che nessun accendino o benzina ha mai uportato in una società civile”.

Dello stesso tenore il commento del capogruppo di Forza Italia in Regione Piemonte Andrea Fluttero. “Condanno fermamente quanto avvenuto oggi durante il corteo degli studenti che ha sfilato per le vie di Torino e dove alcuni giovani hanno incendiato due fantocci raffiguranti i due vicepremier del Governo. A Salvini e Di Maio va la mia solidarietà”.

Conclude Fluttero: "Bruciare fantocci è una forma di violenta ignoranza tanto più grave se si pensa che proviene da chi sta studiando e che dovrebbe aver compreso dalla storia che solo la non violenza è rivoluzionaria. Anche i pensieri più rifiutati devono essere combattuti con il confronto e non con la violenza".

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium