/ Calcio

Calcio | 19 luglio 2019, 09:58

Calcio a 5: la Polizia Municipale, pur rimaneggiata, agguanta il sesto posto

Alla luce delle numerose defezioni, che hanno portato gli atleti sabaudi a disputare il campionato italiano ASPMI con appena sette uomini a disposizione, il risultato centrato è assolutamente positivo

Calcio a 5: la Polizia Municipale, pur rimaneggiata, agguanta il sesto posto

Tendenzialmente, a livello sportivo, un sesto posto non viene accolto con particolare gioia da chi lo consegue, in quanto non foriero di medaglie e allori. Eppure, come ogni regola (scritta e non) che si rispetti, anche questa ha le sue eccezioni: la conferma giunge direttamente dal Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino, che a Pizzo Calabro ha chiuso in sesta posizione il campionato italiano ASPMI di calcio a 5, al quale hanno preso parte in tutto 13 compagini.

La soddisfazione dei vigili sabaudi risiede non tanto nell’essersi classificati nella porzione di sinistra della graduatoria generale finale, quanto nell’aver agguantato tale piazzamento in condizioni altamente proibitive; i gialloblù, infatti, si sono presentati in landa calabrese con una rosa rabberciata, con appena 7 uomini a disposizione.

Nonostante ciò, tuttavia, i piemontesi, inseriti nel girone con Reggio Calabria e Pesaro, hanno tenuto testa ai loro rivali, sconfiggendo 5-0 i primi, cedendo ai secondi soltanto alla lotteria dal dischetto e qualificandosi alla fase conclusiva della competizione, dove però lo strapotere dei campioni in carica di Castellammare di Stabia e la stanchezza accumulata nei primi due incontri e non smaltita appieno a causa della mancanza di sostituzioni hanno causato il tracollo dei torinesi, battuti con un punteggio (5-1) che appare sin troppo severo per quanto visto in campo.

Nelle ultime due sfide il GSPM Torino ha superato ai tempi supplementari Palermo (7-4) e perso nuovamente contro Pesaro (3-2) nella finale 5°-6° posto.

Considerando le asperità affrontate - commenta Franco Caporusso, responsabile della squadra calcistica del GSPM Torino -, il risultato finale è da ritenersi ottimo. Mi complimento con tutti i miei atleti, che hanno davvero stretto i denti per onorare la maglia, a cominciare da Paolo Dabbene, il capitano, rimasto stoicamente in campo nonostante un problema al ginocchio. Un plauso particolare a Simone Manzo, all’esordio assoluto nel nostro team: indubbiamente una piacevole scoperta. Grazie infine anche a mister Giuliano Giacobbe per il lavoro svolto”.  

R.T.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium