/ Cronaca

Cronaca | 06 agosto 2019, 07:30

Undici anni di Strade sicure tra cantiere Tav, Frejus, monte Bianco e campo nomadi di via Germagnano [FOTO]

L'operazione, su scala nazionale, in ambito metropolitano torinese vede operare il raggruppamento Val Susa - Val d'Aosta", con personale del 3° reggimento alpini Pinerolo della Brigata Taurinense

Undici anni di Strade sicure tra cantiere Tav, Frejus, monte Bianco e campo nomadi di via Germagnano [FOTO]

Compie 11 anni, in anche in Piemonte, Strade Sicure: l'operazione che dal 4 agosto del 2008 vede impegnati gli uomini dell’Esercito Italiano nel contrasto della criminalità e alla prevenzione di possibili attacchi terroristici. Si tratta di un’operazione che allo stato attuale vede schierati circa 7.000 militari sull’intero territorio nazionale. Il contingente militare viene posto alle dipendenze dei Prefetti per condurre, in concorso e congiuntamente alle forze di Polizia, attività di pattugliamento e perlustrazione, ovvero per la vigilanza di obiettivi sensibili di carattere diplomatico, religioso e di pubblica utilità, nonché per il presidio di specifici valichi di frontiera.

L’Operazione “Strade Sicure” è un esempio, per usare il gergo militare, di impego “duale” dello strumento militare. Infatti, oltre alle attività prettamente militari (sono circa 3.500 militari sono schierati in oltre 15 Paesi nell’ambito degli impegni internazionali assunti dall’Italia), l’Esercito Italiano mette a disposizione le proprie capacità per scopi non-militari a favore della collettività nazionale. Indispensabile, in tali diverse attività, l’esperienza maturata nelle numerose missioni all’estero condotte dal personale.

A quasi 11 anni dal suo inizio l’operazione “Strade Sicure” vede oggi schierati 12 raggruppamenti che hanno la responsabilità di 430 siti su tutto il territorio nazionale. In ambito metropolitano torinese, opera il Raggruppamento “Val Susa – Val d’Aosta” attualmente alimentato da personale del 3° reggimento alpini di Pinerolo della Brigata Taurinense. 

Il Raggruppamento è responsabile, tra i vari siti, della vigilanza dell’area attorno al campo nomadi in via Germagnano a Torino, del tunnel ferroviario del Frejus, del varco stradale del Monte Bianco e del cantiere dell’alta velocità in Chiomonte. Il Raggruppamento opera in sinergia con le Prefetture e le Questure di Torino ed Aosta e il personale militare schierato sui siti ha instaurato rapporti di piena intesa e collaborazione con le forze dell’ordine.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium