/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 14 gennaio 2020, 11:57

Bus gratis contro lo smog, "aria pesante" tra Appendino e Cirio: “Basta critiche, la Regione non faccia pagare il bollo e finanzi Gtt” [VIDEO]

Durissime le parole della sindaca verso la Regione. Il Governatore replica: “Basta far pagare ai cittadini misure che ne danneggiano la vita”

Bus gratis contro lo smog, "aria pesante" tra Appendino e Cirio: “Basta critiche, la Regione non faccia pagare il bollo e finanzi Gtt” [VIDEO]

Gelo polare tra Chiara Appendino e Alberto Cirio. La querelle sullo smog ha inasprito e non poco i rapporti tra Comune e Regione: la proposta dell’assessore all’Ambiente Matteo Marnati non è piaciuta alla prima cittadina torinese, che durante la presentazione di Gallerie d’Italia ha commentato con parole durissime questa querelle. “La Regione potrebbe ad esempio togliere il bollo auto alle vetture che non possono circolare a causa dei blocchi”, attacca Appendino.

Sul bus gratis, la sindaca ha poi respinto al mittente la proposta di Marnati: “Se vogliono togliere il costo dei biglietti significa 250.000 euro al giorno, abbiamo ereditato dalla Giunta precedente un debito fuori bilancio per i due giorni di bus gratis. La competenza del piano aria è regionale, vogliono mettere i pullman gratuiti? Bene, ci finanzino”. 

 

“La Regione, invece di criticare come continua a fare, metta in campo delle proposte. C’è un’emergenza smog, qualcuno continua a dire che non è causata dal traffico ma a Torino lo è per l’82%. Cirio finanzi Gtt, peraltro in carenza di liquidità a causa del ritardo dei finanziamenti e gli permetta di abbassare il costo dei biglietti”.

Cirio, seduto solo a pochi metri da Appendino, ha usato toni più miti, ma di fatto ha confermato quanto sostenuto dal suo assessore Marnati: “Non devono pagare i cittadini. I dati ci confermano che non stiamo risolvendo i problemi ambientali di Torino, ma stiamo creando un danno alla vita e all’economia delle persone. Bisognerebbe trovare il modo di limitare il danno per l persone, per le famiglie”. Poi, in conclusione, la mano tesa verso la sindaca: “Da parte nostra c’è grande disponibilità a parlare a chiarire, ma non si può pensare di avere ragione a priori diventa difficile ragionare”.

Il tema smog dunque sembra aver inasprito i rapporti tra Comune di Torino e Regione Piemonte: le visioni differenti sui blocchi, il bollo e gli autobus gratis rivelano le posizioni diametralmente opposte presenti a Palazzo Civico e a Palazzo Lascaris.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium