/ Cronaca

Cronaca | 23 febbraio 2020, 16:40

Un murales a Torino per ricordare Leo, la mamma:"Stefano amava la vita" [FOTO]

Il 33enne ucciso un anno fa in lungo Po Machiavelli. Giusta:"Vorrei ringraziare la famiglia: in un momento di dolore ha voluto costruire un segno tangibile di bellezza e ricordo, che rimanga vivo"

Un murales a Torino per ricordare Leo, la mamma:"Stefano amava la vita" [FOTO]

 La scritta "Dov'è Abele il fratello tuo", con il viso sorridente di Stefano Leo. È stato ufficialmente inaugurato oggi, a distanza di un anno dalla sua morte, il murales dedicato al 33enne biellese ucciso in lungo Po Machiavelli

Era il 23 febbraio 2019 quando Leo morì, dopo essere stato accoltellato alla gola da Said Mechaquat, mentre stava andando al lavoro. L'assassino si è consegnato un mese dopo ai carabinieri, confessando l'omicidio di Stefano, ucciso "perché era troppo felice".

A distanza di un anno sul lungo Po Machiavelli si è svolta una cerimonia di ricordo. In cima alla scalinata, all'incrocio con corso San Maurizio, è stato piantato un ciliegio. Alla base della gradinata un murales che rappresenta in bianco e nero il volto sorridente di Leo, circondato da graffiti colorati: l'opera è stata disegnata su una stele già esistente, in accordo con l'artista che l'aveva realizzata. 

"Oggi - ha detto l'assessore comunale alle Pari Opportunità Marco Giusta - ricordiamo Stefano, con le persone che gli hanno voluto bene". "Questa è una giornata che prova a ricostruire un senso di comunità: vorrei ringraziare la famiglia, perché in un momento di dolore ha voluto costruire un segno tangibile di bellezza e ricordo, che rimanga vivo". 

"Vogliamo che questo posto - ha aggiunto la mamma di Stefano - rimanga legato non al dolore, ma alla bellezza, natura, arte e musica, che erano le passioni di mio figlio. Stefano amava la vita e qua era felice: lo voglio ricordare così" ha concluso la donna. 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium