/ Eventi

Eventi | 05 marzo 2020, 10:40

Coronavirus, il Comitato Emergenza Cultura Piemonte: "Sbloccare immediatamente i contributi 2018 e 2019 per il mondo della cultura"

Dopo la riunione svoltasi ieri al Polo del '900. In una lettera al ministro Franceschini e agli assessori Poggio e Leon si domanda di ripristinare i fondi di garanzia erogati da Finpiemonte per le attività culturali

Coronavirus, il Comitato Emergenza Cultura Piemonte: "Sbloccare immediatamente i contributi 2018 e 2019 per il mondo della cultura"

Il Comitato Emergenza Cultura Piemonte, dopo la riunione svoltasi ieri al Polo del '900, con una lettera indirizzata al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, all'assessore regionale alla Cultura Vittoria Poggio e a quello comunale Francesca Leon, chiede misure e intrerventi urgenti a favore del mondo della cultura piemontese.

"La crisi Coronavirus sta mettendo a dura prova l’economia italiana e nello specifico tutte le attività culturali. Il Comitato Emergenza Cultura Piemonte, attivo da dieci anni sul territorio regionale aggregando piccole e medie imprese culturali di ogni genere, sottolinea da anni le fragilità del sistema, oggi aggravate e al limite del collasso per la situazione contingente", viene sottolineato nella missiva.

"In attesa che si definiscano le misure emergenziali a livello nazionale e regionale per far fronte al danno economico di tutti i settori, compreso quello culturale, il Comitato chiede nell’immediato due provvedimenti urgenti:

1)     L’Erogazione dei contributi già stanziati e non ancora liquidati per gli anni 2018 e 2019.

Gli enti pubblici, in particolare la Regione Piemonte, hanno reso una prassi consueta far slittare i tempi delle erogazioni dei contributi a tutte le realtà che partecipano ai bandi pubblici. Mediamente le pratiche hanno subito un ritardo nell’erogazione di circa 2 anni. Qualche esempio: ad oggi la Regione Piemonte deve ancora liquidare le attività che si sono svolte nel 2018, nessun anticipo è arrivato per il 2019 e nessun bando è ancora stato aperto per le attività del 2020.

Questo è uno dei motivi per il quale è nato il Comitato Emergenza Cultura Piemonte".

"Questi sono gli argomenti che portiamo da sempre ai tavoli delle istituzioni", prosegue la lettera. "Non aver risolto questo serio problema contribuisce oggi alla situazione di estrema fragilità delle attività culturali, che devono far fronte all’inedita situazione causata da Covid 19".

Per questo, il Comitato Emergenza Cultura Piemonte chiede  che, parallelamente alle necessarie misure economiche per sostenere i danni provocati dall’attuale emergenza, si provveda immediatamente alla liquidazione di tutti contributi pregressi. Questo consentirebbe a centinaia di piccole e medie imprese culturali piemontesi, non già di superare l’attuale crisi finanziaria ed economica - che avrà bisogno di uno specifico piano di rilancio dell’intero settore, come dimostrano gli incontri in Prefettura ai quali stiamo partecipando – ma di evitare la chiusura delle attività e la disoccupazione di centinaia di lavoratori.

2)     Il ripristino dei fondi di garanzia erogati da Finpiemonte per le attività culturali.

Finpiemonte, la società finanziaria al 99,91% a capitale regionale, per anni ha garantito il versamento in tempi rapidi dei finanziamenti regionali al mondo della cultura. Questo, a un certo punto, non è più accaduto. Cosicché le imprese culturali, come abbiamo sottolineato al punto precedente, hanno cominciato a vantare crediti da parte della Regione Piemonte.

Il Comitato Emergenza Cultura Piemonte chiede che  Finpiemonte o altri organismi designati tornino a farsi garanti dell’erogazione, in tempi certi e sostenibili, dei contributi pubblici regionali alle attività culturali. Evitando, così, che le imprese siano costrette a ricorrere al finanziamento di banche private, con tempi e somme contingentate, difficoltà burocratiche e spese d’interessi non rimborsabili.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium