/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 08 aprile 2020, 07:33

"Chi può metta", la spesa sospesa approda a Borgo Rossini per aiutare chi è in difficoltà

Su una panchina di corso Regio Parco è apparso un biglietto con l'invito a lasciare generi alimentari confezionati: l'iniziativa è partita da un giovane, con ogni probabilità residente nel quartiere

"Chi può metta", la spesa sospesa approda a Borgo Rossini per aiutare chi è in difficoltà

"Per chi ne ha bisogno, chi può metta”: basta un foglio scritto a penna, incollato con lo scotch su una panchina, per far scattare la solidarietà di quartiere. Questo è quanto accade a Borgo Rossini mentre si cerca di far fronte all'emergenza coronavirus.

È partita così, davanti al Carrefour Express di Corso Regio Parco, la pratica della spesa sospesa, che consiste nell'acquisto di generi alimentari confezionati da lasciare in un punto di raccolta a disposizione dei più bisognosi. Sulla panchina sono quindi comparsi pacchi di pasta, scatolame, biscotti e molto altro.

L'iniziativa è partita spontaneamente da un giovane, presumibilmente residente nel quartiere: "Qualche giorno fa – fanno sapere dal supermercato – si è presentato qui un ragazzo chiedendoci se potesse realizzare la cosa: essendo suolo pubblico non potevamo dire di no, anzi, siamo contenti che la cosa funzioni".

Marco Berton

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium