Strade aperte | 19 maggio 2020, 15:45

Chivasso, dalla Polonia arrivano 5.600 mascherine e gel igienizzante

Prodotte dalle aziende della città di Przemyśl. I due comuni sono gemellati dal 2017. Il bel gesto promosso dal sindaco polacco Bakun

Chivasso, dalla Polonia arrivano 5.600 mascherine e gel igienizzante

La storia tra Chivasso e la Polonia è lunga più di cento anni, ma la forza di questo legame non invecchia e si consolida di anno in anno sempre di più.

E' il 19 marzo quando Chivasso è tra i comuni piemontesi più colpiti dai primi casi di Covid-19. Il sindaco Claudio Castello incontra in videoconferenza il sindaco di Przemyśl, Wojciech Bakun. Quest’ultimo, preoccupato dell’emergenza sanitaria in corso, decide così di far inviare dei rifornimenti di mascherine e gel igienizzante da parte delle industrie polacche. E' il primo aiuto concreto al Comune torinese.

"Dopo aver parlato con il sindaco Castello e dopo la mia promessa di aiutare la città partner di Chivasso - ha spiegato Bakun - abbiamo deciso che dai fondi dell'ufficio comunale di Przemyśl compreremo 3.000 maschere usa e getta, che invieremo ai nostri amici italiani. Sono riuscito a invitare a collaborare diverse società dalla città di Przemyśl, che, in risposta al mio appello e alla mia richiesta, hanno donato ai cittadini di Chivasso dei dispositivi di protezione individuale oppure hanno offerto il denaro per acquistarli. Inoltre, siamo stati in grado di raccogliere diverse migliaia di maschere protettive monouso, diverse centinaia di pezzi di gel antibatterico per le mani, nonché visiere e diverse confezioni da una dozzina di litri di gel antibatterico Septicol”.

Gli aiuti sono arrivati lo scorso venerdì, 5.600 mascherine protettive e 200 gel antibatterici. Ad accoglierli il Console Onorario di Polonia, Ulrico Leiss, e il Sindaco di Chivasso, Claudio Castello, che ha voluto ringraziare così: "Sono profondamente commosso per il gesto di solidarietà che ci arriva dalla città, nostra gemella, di Przemysl. Voglio ringraziare il sindaco Wojciech Bukan, il Consiglio comunale e tutta la comunità di Przemysl per la generosa donazione che conferma la fratellanza che ci unisce. Un sentito ringraziamento va anche a tutta la Comunità polacca di Torino e al Console Onorario della Repubblica di Polonia di Torino Ulrico Leiss. Con l'augurio che la pandemia si fermi presto e che possano così riprendere gli scambi culturali tra le due città".

Le aziende polacche che hanno contribuito sono: il marchio Kazar Group, conosciuto in quasi tutto il mondo e dal 1996 associato principalmente con calzature e accessori in pelle di altissima qualità, Inglot Sp. z o.o., produttore di cosmetici molto apprezzato, Firma Hensfort Sp. z o.o., produttore di porte e finestre a risparmio energetico di Przemyśl e, attualmente, leader indiscusso delle esportazioni in Europa.

Conclude il Sindaco di Przemyśl con un messaggio di augurio e di sostegno al popolo italiano e di Chivasso: "Ai nostri amici italiani auguriamo invece che il segno lasciato dal Covid-19 nella loro vita quotidiana diventi presto solo un ricordo. Che tutti coloro che stanno ancora lottando con la malattia si riprendano rapidamente e che i nostri paesi tornino alle condizioni normali al più presto".

Giulia Amodeo

Leggi tutte le notizie di STRADE APERTE ›

Giulia Amodeo

Ogni forma d’arte mi affascina e la passione per la scrittura mi accompagna fin dalle scuole Elementari. Nata a Priverno (LT), sono laureata in Comunicazione Interculturale e attualmente studio Comunicazione, ICT e Media. Dopo due anni di scoperta della cultura francese e molti viaggi alle spalle, che mi hanno educata al rispetto e all’amore delle diversità, sono arrivata a Torino, dove vivo ormai dal 2016.

Strade aperte
Questa rubrica nasce convogliando insieme viaggi, scrittura e un’identità culturale fluida e in costante arricchimento grazie all’incontro con l’altro. L'obiettivo è raccontare la multiculturalità che fa di Torino una delle città più ricche e accoglienti. Quartieri carichi di fascino sono popolati da persone di diversa provenienza e cultura. Si parla di storie di vita, di festività nazionali provenienti da tutto il mondo, di lotte pacifiche di natura sociale, di comunità. Culture, ma anche altro, soprattutto con la collaborazione di chi rappresenta le numerose comunità straniere presenti nel territorio piemontese: i Consoli.

Leggi anche

domenica 21 giugno
domenica 14 giugno
martedì 02 giugno
domenica 03 maggio
domenica 26 aprile
domenica 05 aprile
domenica 22 marzo
domenica 15 marzo
sabato 07 marzo
giovedì 27 febbraio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium