/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 22 maggio 2020, 13:30

Beppe Giampà, il cantatutore dal cuore Toro, apre "La porta del Mondo"

In uscita il suo ultimo lavoro in cui rielabora i versi più belli delle poesie di Pavese

Beppe Giampà, il cantatutore dal cuore Toro, apre "La porta del Mondo"

E' arrivato finalmente il 22 maggio, data di uscita dell'ultima fatica discografica di Beppe Giampà, il cantautore astigiano con il Toro nel cuore, che dopo aver dedicato il suo precedente lavoro ai colori granata, stavolta rielabora i versi più belli delle poesie del grande Cesare Pavese.

"La Porta del Mondo" è un lavoro raffinato e di qualità, dove la musica si sposa benissimo con i versi di Pavese, creando un mix capace di regalare suggestioni ed emozione. Nove i brani presenti in questo nuovo lavoro di Giampà: "Terra rossa terra nera", "Hai viso di pietra scolpita", "Un paese ci vuole", "Tu sei come una terra", "To C. From C.", "Passerò per piazza di Spagna", "Tu non sai le colline", "The night you slept" e "I mattini passano chiari".

Interprete di reading musico-letterari, nel 2009 Giampà (in collaborazione con Giovanni Lodigiani) incide il primo album solista “E il sentimento brucia”. Appassionato di storie e culture popolari, scrive una canzone dedicata al Bandito Delpero, celebre brigante del 1800 delle Langhe e del Roero. Nel 2012 pubblica l’album “I mattini passano chiari” dove mette in musica alcune delle poesie di Cesare Pavese contenute nel libro “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”, ottenendo ampi consensi in caffè letterari, club, festival letterari e teatri sia in Italia che all’estero (Germania, Austria e Belgio).

Collabora con Daniele Biacchessi (giornalista, scrittore e capo redattore di Radio 24) a “Memorie Letterarie” spettacolo dedicato alle più importanti opere letterarie della Resistenza italiana. Nel 2015 riceve il premio “Ponti di Memoria” per l’impegno civile dall’Associazione Ponti di Memoria e dal MEI, con il patrocinio del comune di Milano. Nel 2016 grazie ad un operazione collaborativa di crowdfunding, che coinvolge 44 co-produttori ed associazioni provenienti da Italia, Francia e Belgio, realizza l’album “Della fatal quiete” nel quale ha musicato le poesie di alcuni dei più importanti poeti della letteratura italiana (Foscolo, Leopardi, Carducci, Pascoli e Campana).

In collaborazione con lo scrittore Sergio Gnudi, scrive le musiche ed interpreta due spettacoli: “Era febbraio” (Storie di Resistenza ed impegno civile) e “Le stagioni in città” (Ballate inedite ispirate al Marcovaldo di Italo Calvino). Grazie a questi progetti, il cantautore riceve una lettera di encomio da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nel 2016 scrive “Canzone per Fausto e Iaio” che assieme alle canzoni dei Gang, Massimo Priviero e Gaetano Liguori, è parte della colonna sonora del film di “Il sogno di Fausto e Iaio”, liberamente tratto dal libro di Daniele Biacchessi “Fausto e Iaio, la speranza muore a diciotto anni” (Baldini&Castoldi).

Nel 2018 incide “La storia delle storie, il mito Granata che attraversa il ‘900”, album nel quale viene narrata la storia del Torino Calcio dal 1906 (Anno della fondazione) al 1992 (Finale di Amsterdam). E adesso è arrivato “La porta del mondo”.

Arrangiamenti: Giampà – Genta Registrato e Mixato da Manuel Daniele
presso lo studio Fonderiefoniche – Asti Disegno copertina: Riccardo Cecchetti Beppe Giampà: Voce, Chitarra acustica e Kazoo Manuel Daniele: Chitarre Marco Genta: Pianoforte e Fisarmonica Federico De Martino: Basso e Pianoforte Italo Colombo: Armonica in “Terra rossa terra nera” Justyna wąsowska: Violino in “The night you slept” Chiara Gallino: Voce in “To C. from C.” Naudy Carbone: Percussioni Claudia Stabile: Voce femminile in “I mattini passano chiari”

Per ulteriori info: www.beppegiampa.cominfo@beppegiampa.com 

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium