/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2020, 15:46

Carcere di Ivrea, sventata introduzione di droga nel penitenziario

Esulta il sindacato Osapp: "Brillante operazione di Polizia Penitenziaria"

Carcere di Ivrea, sventata introduzione di droga nel penitenziario

Ieri, 17 giugno 2020, alle ore 13.30 circa, il Personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Ivrea, ha sventato l’introduzione di sostanza stupefacente all’interno dell’istituto. La sostanza (40 gr. di hashish) era celata all’interno di un paio di scarpe, inviate a mezzo pacco postale da parte di un familiare di un ristretto venticinquenne, di nazionalità italiana, con fine pena 2027, in carcere per reato di truffa.

A dare la notizia è l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci che dichiara: "Da tempo come OSAPP denunciamo che il Personale di Polizia Penitenziaria del carcere di Ivrea opera in condizioni davvero estreme. Anche la situazione dell’esiguo organico comporta serie difficoltà dal punto di vista dell’organizzazione interna, specie se si continuano a depauperare risorse umane dal reparto per impiegarle in altri compiti. E’ opportuno che l’Amministrazione regionale intervenga con urgenza per fare chiarezza tanto sull’impiego del Personale che, per definire una volta per tutte, l’assegnazione di un comandante e di un direttore titolari, al fine di dare certezza al Personale e continuità all’azione amministrativa. Un plauso al Personale di Polizia Penitenziaria di Ivrea che opera con forte senso di responsabilità, abnegazione e professionalità”. 

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium