/ 

In Breve

| 03 agosto 2020, 09:00

Tennis Beinasco eroico a Lucca... ma non basta

La rincorsa alla finale di A1 si interrompe con il doppio di spareggio della semifinale di ritorno

Tennis Beinasco eroico a Lucca... ma non basta

Un’altra dimostrazione di grande professionalità e attaccamento ai colori sociali, nonché coesione del gruppo. E’ quella offerta oggi dalle portacolori dell’US Tennis Beinasco impegnate nella semifinale playoff della massima serie del tennis nazionale (A1) sui campi del CT Lucca. Una missione che pareva quasi impossibile vista la necessità di ribaltare l’1-3 dell’andata, maturato solo sette giorni fa tra le mura amiche, e che è stata sfiorata fino all’ultimo quindici. Sfumata solo al doppio di spareggio.
Le ragazze capitanate da Cristina Coletto, ridotte all’osso numericamente parlando per le assenze di quelle che erano state proprio all’andata la numero 1 e la numero 2 della compagine piemontese , ovvero Giulia Gatto Monticone e Reka Luca Jani, entrambe in gara nelle qualificazioni del WTA di Palermo, non si sono date per vinte e meritano comunque un grosso applauso.

La carica ha iniziato a darla Federica Di Sarra, una delle esperte del gruppo, che ha stoppato in due set la corsa di Jessica Pieri, numero uno della squadra rivale, per 6-1 7-6. Primo set senza sbavature, secondo nel quale la laziale pareva poter chiudere senza eccessivi affanni. La reazione della Pieri, sospinta dal pubblico di casa, ha rimesso in discussione il testa a testa ma nel tie-break Federica Di Sarra ha fatto valere la sua maggior varietà di colpi e si è imposta per 7 punti a 2. Sorprendente la vittoria di Mariia Marfutina, alla seconda apparizione stagionale da singolarista nelle fila dell’US Tennis Beinasco, che ha fermato l’ispirata monzese Bianca Turati in due set (7-5 6-0). Nella prima frazione partenza lanciata della russa che si è portata sul 4-0. Reazione della lombarda, per il 3-4. Nuova piccola fuga della Marfutina (5-3) che ha avuto tre palle set sul 5-4 servizio Turati. Non le ha sfruttate ma è stata brava a non scomporsi, ritrovare la lucidità e chiudere 7-5. Nel secondo set, dopo un avvio equilibrato nei primi due game, Mariia Marfutina ha dominato e conquistato il punto del 2-0 per il circolo presieduto da Sergio Testa. Spazio dunque alla sfida tra le giocatrici dei rispettivi vivai.

Da una parte Federica Rossi, un po’ acciaccata da diverse settimane, dall’altra Tatiana Pieri per le portacolori del circolo toscano.  Rossi a segno nel primo set, al decimo gioco, poi costretta a subire un calo ed un netto 0-6. Nel match tie-break la giocatrice del Beinasco ha provato a rimanere in scia (5-7) ma alla fine ha ceduto alla rivale. La giovane Federica Rossi si è rifatta in doppio, a fianco dell’altra Federica (Di Sarra) e contro Tatiana Pieri e Bianca Turati. Avvio lottato in entrambi i set, poi tenniste del Beinasco in cattedra, per il 6-2 6-3 finale che ha portato la sfida di andata e ritorno al doppio di spareggio, con le stesse protagoniste.

Primo set ancora condotto con grande autorità dal tandem piemontese (6-1). Nel secondo qualcosa è cambiato e la stanchezza si è fatta sentire. Dallo 0-4 Di Sarra e Rossi hanno provato a rientrare ma hanno il perso il servizio sul 4-5 vedendosi raggiungere dalle rivali. Al match tie-break toscane avanti fin dalle prime battute (3-1), con altro tentativo di rimonta del duo di Beinasco (6-8). Gli ultimi due punti sono però stati del CT Lucca, che ha chiuso 10-6 volando nella finale di Todi del 12 agosto prossimo, dove troverà la vincente di Parioli – Prato, in programma giovedì 6 agosto come sfida di ritorno. Parole finali, quelle del presidente Sergio testa: “Una grande giornata comunque nella quale avevamo ribaltato tutto. Il match tie-break è sempre una sorta di lotteria e non siamo stati fortunati nella circostanza. Brave tutte le ragazze che hanno confermato il valore del club, due anni fa tricolore. Brava anche la russa Marfutina che oggi ha messo in campo una gran prestazione. Di Sarra e Rossi sono state encomiabili, con la seconda che ha giocato anche dopo l’infortunio (slogatura) occorsole in singolare. Appuntamento al prossimo anno”.     

M.B.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium